Manfredonia
"Sorpresi subito dopo aver commesso un furto in un’abitazione"

Manfredonia, “Ladri“ di appartamento: 2 arresti della Polizia

Gli arrestati sono stati sottoposti al regime degli arresti domiciliari a disposizione dell’A.G. procedente in attesa del processo per direttissima

Di:

Manfredonia. Nell’ambito dei servizi mirati finalizzati al contrasto del fenomeno dei furti, in particolar modo in abitazione, predisposti dal Dirigente del Commissariato di P.S. di Manfredonia, dott. Agostino De Paolis, nel tardo pomeriggio di ieri, gli Agenti della Squadra Volanti del Commissariato di P.S. di Manfredonia, hanno tratto in arresto Francesco Andreano di anni 37, pregiudicato, e Matteo Varrecchia, di anni 35, poiché sorpresi subito dopo aver commesso un furto in un’abitazione.

I fatti, l’operazione di pg


Erano da poco passate le 19.30, quando un cittadino, sulla linea 113, ha segnalato la presenza nel secondo piano di zona, di due individui che si aggiravano con fare sospetto. Il cittadino ha fornito una descrizione dettagliata dei due individui che indossavano dei guanti e avevano il volto travisato con cappellini e sciarpe. Dopo pochissimi minuti dalla segnalazione, la Volante del Commissariato riusciva ad individuare due soggetti, corrispondenti alla descrizione fornita, che con passo veloce stavano cercando di dileguarsi nelle vie limitrofe. Gli Agenti riuscivano a raggiungere i due giovani per sottoporli ad un controllo. Uno dei due, approfittando del buio, cercava maldestramente di disfarsi di una busta. Gli Agenti recuperavano la busta e constatavano che all’interno della stessa vi erano custoditi diversi monili in oro con relative custodie. I due soggetti venivano sottoposti ad una perquisizione personale nel corso della quale si rinveniva un mazzo di chiavi “adulterine”.

I due uomini arrestati dagli agenti del Commissariato di PS

I due uomini arrestati dagli agenti del Commissariato di PS

Le indagini, svolte nella immediatezza dei fatti, consentivano di individuare un appartamento, ubicato nelle vicinanze del luogo dove erano stati fermati VARRECCHIA ed ANDREANO, messo completamente a soqquadro. La porta dell’abitazione si presentava non forzata ed aperta mediante l’uso delle chiavi contraffatte in possesso degli arrestati.

Gli Agenti sono riusciti a rintracciare i proprietari dell’abitazione ai quali venivano mostrati i monili in oro recuperati che li riconoscevano senza alcuna ombra di dubbio. All’esito di quanto accertato, Varrecchia e Andreano sono stati tratti in arresto e la refurtiva riconsegnata ai legittimi proprietari. Dopo gli accertamenti di rito, gli arrestati sono stati sottoposti al regime degli arresti domiciliari a disposizione dell’A.G. procedente in attesa del processo per direttissima.

“Al positivo esito dell’operazione, che ha portato all’arresto dei due topi di appartamento, si è giunti sia grazie all’intensificazione dei servizi del controllo del territorio predisposti per contrastare tali fenomeni e sia grazie alla segnalazione del cittadino, rimasto anonimo, che aveva fornito dettagli utili ad individuare i due malfattori” .

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
13

Commenti


  • pino

    Buttate la chiave –


  • Franco

    insomma in galera non ci va più nessuno, grazie Renzi


  • governo scafista


  • Cittadino qualunque

    Redazione,ci può spiegare perchè preferite coprire i volti, o meglio gli occhi? E’ vietato per legge?
    Tra pochi giorni escono,almeno sappiamo chi sono.


  • Redazione

    Buongiorno, come da sempre: pubblichiamo le immagini come fornite dagli inquirenti, che divulgano le stesse in base alle disposizioni di legge; Stato Quotidiano.it


  • Il Partito dei Delinquenti

    tra qualche anno potrebbero essere insigniti di diploma di ” Cavaliere del Lavoro”


  • Matteo

    Il furto in abitazione è un reato depenalizzato.
    Non faranno un giorno di galera e torneranno sicuramente a rubare. Facce di feci.


  • All'ombra del Vesuvio

    Non c’è stato scasso, minacce, lesioni personali. C’è stato solo un imprevisto. Un lavoro quasi perfetto! Peccato per i due posti di lavoro persi, sicuramente gli spetta la cassa integrazione!


  • gino

    adesso si faranno pagare i danni dai poliziotti per mancato guadagno.


  • No Energas

    Grazie Red.
    Un applauso al cittadino che ha chiamato le forze dell’ordine, GRAZIE.


  • IL GRANDISSIMO INCUBO DI 60 MILIONI DI LITRI DI GPL

    BRAVO CITTADINO ANONIMO E BRAVA POLIZIA!


  • Boxer

    Probabilissimo che usciranno presto. Credo però che almeno tra cittadini per bene dobbiamo darci una mano: per strada, in casa, ovunque si veda o si senta qualcuno bisognoso di aiuto o, come in questi casi, si nota qualcosa di losco. Poi, per i tipi, visto che anche io in passato ho subito furti, credo che appena li incrocio mi farò restituire la merce sottratta o denaro come risarcimento, tanto ormai so chi sono.


  • mentalist

    Quando usciranno dai domiciliari, porgiamo tutti una carezza a questi due poveri sfortunati…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati