PoliticaStato news

Stabilizzazioni, Zullo: sinistra crea aspettative elettorali

Di:

Bari – “LA sinistra cerca di creare altre aspettative elettorali, non solo nei precari occupati in Regione, ma anche nelle aziende partecipate. Noi, coerenti con le nostre posizioni, presenteremo un emendamento a riguardo e lunedì, in una conferenza stampa, illustreremo ai giornalisti le ragioni di una scelta precisa che Forza Italia ha inteso adottare sulla questione, a garanzia dei diritti di tutti i giovani e non disoccupati pugliesi”. Lo dichiara il Presidente del Gruppo regionale di Forza Italia, Ignazio Zullo.

“L’emendamento che presenteremo in Consiglio regionale – aggiunge – tende ad offrire a tutti la possibilità di partecipare ad un concorso per l’agognato posto di lavoro nel pubblico e in questa procedura concorsuale i precari potranno far valere il punteggio relativo al servizio prestato in questi anni. Una chance da offrire sia all’esercito di precari sia al 42,9% di giovani disoccupati pugliesi, mettendo a riparo da sicuri giudizi di incostituzionalità l’intero percorso di assunzioni. Resta ancor più evidente – conclude- che la sinistra stia alle illusioni come noi stiamo alle pari opportunità per tutti nell’accesso al pubblico impiego”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Stabilizzazione precari, Longo: “Il rischio che a pagare siano i pugliesi”

    Stabilizzazione precari, Longo: “Il rischio che a pagare siano i pugliesi”

    Il consigliere regionale Giuseppe Longo (UDC) ha rilasciato la seguente dichiarazione.
    “Quattrocento precari sono davvero tanti, quattrocento pugliesi che hanno ricevuto nel corso di questi anni contratti a tempo determinato sembrano un numero spropositato per le esigenze in particolare di qualche partecipata. Il tutto assume davvero il sapore elettorale con contratti “elargiti” con facilità e con i nodi che, adesso, vengono al pettine. Questi lavoratori precari, ovviamente, hanno nutrito legittime aspettative di stabilizzazione, alimentate, probabilmente, dalle promesse di qualcuno: ed ora, quelle cambiali in bianco andrebbero pagate. Il rischio, però, è che a pagare siano i pugliesi che subiscono tagli a servizi primari per il famoso, e tante volte ripetuto, discorso delle spese da “limare” e che vedranno, invece, destinare fondi per le, seppur legittime, stabilizzazioni. Sarebbe il caso di trovare una soluzione e in fretta, anche per i 25 partecipanti al concorso per categoria C risultati idonei e che attendono l’assunzione. Il governo regionale, una volta di più, ha in atto un’altra “mossa” dal profumo di elezioni.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi