Manfredonia

Il Manfredonia FC spreca, l’Acquaviva no


Di:

Manfredonia. Una sconfitta al retrogusto di beffa per il Manfredonia FC, che rientra dalla lunga trasferta di Acquaviva delle Fonti con un pugno di mosche in mano dopo una gara che, soprattutto nella seconda frazione di gioco, ha avuto come protagonista Lupoli e compagni. Tre nitidissime palle gol non capitalizzate ed un contropiede fatale, che regala tre punti ai padroni di casa in piena crisi e tanta amarezza, invece, alla squadra di Elia Gravinese.

Il tecnico sipontino deve rinunciare a Ciullo. Antonio Di Mauro (squalificati) e Raffaele Paglione, infortunato: di contro, recupera Prencipe e Lele Di Bari tra i pali.
La gara non è bellissima nei primi 45 minuti di gioco, caratterizzati da un forte vento che di certo non ha favorito la costruzione palla a terra di Lupoli e compagni, in leggera difficoltà sul campo in terra battuta della cittadina barese; tutto sommato, però, i blues riescono a gestire l’incontro, non rischiando quasi mai in difesa anche se non ci sono particolari azioni degne di nota, ne da una parte e ne dall’altra.

Cambia il volto del match nella ripresa: il Donia entra in campo con uno spirito diverso, mettendo in difficoltà i padroni di casa al 15’ con un bel tiro di Vaccarella: altrettanto degna la risposta del portiere rossoblu. L’Atletico risponde dopo pochi minuti con De Tommaso: grande reattività di Lele Di Bari, che respinge il tiro da distanza ravvicinata.
La gara entra nel vivo ed anche Francesco Di Mauro si fa ingolosire, avviando e concludendo un’azione personale con il tiro che però termina fuori da buona posizione. Al 32’ ghiotta occasione per Matteo Totaro, che cerca di piazzarla sul palo più lontano a due passi dalla porta, chiamando all’estremo intervento il portiere di casa, abile poi a superarsi anche al con un doppio intervento sul gemello Pierpaolo, che spreca però la palla gol.
Ma il calcio, si sa, è spietato, ricordando che quando sbagli troppi gol, prima o poi rischi di subirlo. Al 43’ palla a Ferorelli, che resiste alla pressione della difesa blues e in volata beffa Di Bari. Come volevasi dimostrare.

Il tabellino ||  Atletico Acquaviva – Sanctum N. 1-0

ATLETICO ACQUAVIVA (3-5-2): Lella; Del Zotti, Lavermicocca (17’st Grandolfo) F. Di Bari; Nishnianidze (30’st Tortorelli), Rizzi, Palasciano, Patruno (30’st Maffei), Valerio; Salatino (40’st Fanelli), De Tommaso (30’st Ferorelli). A disp. Carnevale, Tortorelli, Sacino. All. Giuseppe Radogna

MANFREDONIA FC (4-3-2-1): R. Di Bari; Palumbo (30’st Tedesco), Vitulano, De Fabritiis (43’pt Tomiri), Lupoli; M. Totaro, F. Di Mauro,Prencipe; P. Totaro, Vaccarella (23’st Trotta); Giaccone (38’st Vergura). A disp. Fiotta, Sdanga, Iaccarino. All. Elia Gravinese

ARBITRO: Paolo Cipriani di Molfetta

MARCATORI: 43’st Ferorelli

AMMONITI: M. Totaro, De Fabritiis, Tomiri, Vitulano (M); Di Bari, Ferorelli (A)

NOTE: Giornata ventilata, campo in terra battuta. Spettatori 50 circa. Angoli 6-1. Recupero: 3’pt, 4’st.

Area Comunicazione – Manfredonia FC

Il Manfredonia FC spreca, l’Acquaviva no ultima modifica: 2017-11-06T11:20:07+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Frastornato

    Ho letto l’articolo e non ci ho capito niente. Nel testo: Sanctum, Manfredonia FC, Donia, Blues. Ma come si chiama ufficialmente questa squadra?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi