Capitanata

Tagli ‘Trenitalia’, domani a Roma anche Mongelli: in gioco il futuro


Di:

I sindaci e gli amministratori pugliesi e campani nella sala Giunta con Gianni Mongelli (St)

Foggia – Ci saranno anche i gonfaloni di Napoli, Lecce e Taranto e le insegne di Anci Puglia e Basilicata alla mobilitazione istituzionale promossa dai sindaci di Foggia e Bari a tutela del diritto alla mobilità, in programma domani mattina (ore 11.00) dinanzi alla sede romana del Gruppo Ferrovie dello Stato. “Ho la netta sensazione, oltre alla speranza, che ci saranno molti rappresentanti delle istituzioni cittadine, provinciali, regionali e nazionali a manifestare contro il piano di riorganizzazione dei collegamenti ferroviari tra nord e sud, est e ovest del Paese – afferma il sindaco di Foggia, Gianni Mongelli – perché è cresciuta la consapevolezza della posta in gioco: il futuro delle nostre comunità”.

Sotto l’egida dell’Anci Puglia e insieme a Michele Emiliano, il primo cittadino foggiano ha invitato l’intero sistema istituzionale di Basilicata, Campania e Puglia a mobilitarsi per scongiurare “il depotenziamento del servizio” ferroviario derivante dalla cancellazione di “circa 30 tra Eurostar, Intercity ed Espressi (diurni e notturni, giornalieri e periodici) in partenza da Puglia, Calabria e Sicilia e diretti a Bolzano, Roma, Milano, Torino e Venezia”. E’ questo il contenuto delle “scelte operative dei vertici del gruppo Ferrovie dello Stato che avranno come effetto la mortificazione del diritto alla mobilità, la crisi economica ed occupazionale delle aziende dell’indotto ferroviario, la negazione della funzione sociale universalmente assegnata al trasporto pubblico, la marginalizzazione dei nostri territori, la riduzione ulteriore della quantità e della qualità dei servizi offerti da Trenitalia alle nostre comunità”.

La mobilitazione in programma domani è stata decisa dal Comitato informale ‘I sindaci per il diritto alla mobilità’, organizzatosi durante l’incontro svolto nella Sala Giunta di Palazzo di Città a Foggia, lo scorso 29 novembre, a cui parteciparono i sindaci di Bari e Taranto, e gli amministratori di Barletta, Ariano Irpino e Ostuni. L’obiettivo è “rendere percepibile il disagio delle nostre comunità”, nonché attivare “un confronto, serrato e responsabile” tra il gruppo Ferrovie dello Stato e le istituzioni locali per “l’individuazione concertata degli interventi di riorganizzazione oggi decisi unilateralmente e sulla base di criteri a noi del tutto ignoti”.


Tagli ai trasporti, Longo: “Trenitalia non faccia orecchie da mercante”.
“Per fortuna è stato scongiurato il rischio di perdere 45 milioni di euro per il trasporto locale ma resta da spezzare la spada di Damocle dei tagli di Trenitalia che pende sulle teste dei pugliesi”, sostiene in una nota Peppino Longo, consigliere regionale dell’Udc. “Nel mare di cattive notizie che giungono da Roma – prosegue – per fortuna ce n’è qualcuna che ci fa tirare un sospiro di sollievo: il trasporto locale non subirà la scure dei tagli”.

“Ma questo, purtroppo, non è sinonimo di efficienza perché il servizio che viene offerto ai cittadini non è certo dei migliori. Ed è per questo che invito la giunta regionale, dopo lo scampato pericolo, a studiare strategie e interventi che possano, se non eliminare, almeno ridurre i disagi che i nostri pendolari sono costretti a subire. Di pari passo, però, – prosegue il consigliere dell’Unione di centro – dobbiamo proseguire nell’azione di protesta nei confronti di Trenitalia per evitare che porti avanti questa politica scellerata di tagli che penalizzerebbe oltremodo la Puglia. Dobbiamo evitare il rischio di essere tagliati fuori dai grandi collegamenti e imporci come regione strategica per tutto il Paese. La nostra economia ne risentirebbe notevolmente, così come anche il già critico mercato del lavoro”. “Il mandato affidato dal consiglio regionale alla giunta è la testimonianza di quanto riteniamo importante il settore trasporti. Trenitalia – conclude Peppino Longo – non può e non deve continuare a fare orecchie da mercante: la Puglia reclama a gran voce trasporti efficienti e non ci fermeremo fino a quando non otterremo garanzie e certezze”.

Redazione Stato

Tagli ‘Trenitalia’, domani a Roma anche Mongelli: in gioco il futuro ultima modifica: 2011-12-06T14:04:44+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi