Casi e Sentenze

Accompagna la propria fidanzata prostituta sul “luogo di lavoro”: non è reato

Di:

Prostituzione (fonte image: viscontibg)

Foggia – NON costituisce sempre reato di favoreggiamento della prostituzione, ex art. 3 n. 4 e 7, L. 75/54, l’accompagnamento occasionale di una prostituta sul luogo di lavoro. Questo è il principio affermato dal Giudice del Tribunale di Roma nella sentenza n. 552/12 con cui il GUP veniva chiamato a giudicare un giovane trentenne della Provincia di Roma. ( così Tribunale Roma, ufficio GIP, sentenza 09.03.2012 n 552 )


Il caso vedeva il coinvolgimento di un ragazzo italiano nell’ambito di una più ampia operazione anti prostituzione della P.S. nella quale l’imputato veniva pedinato e fotografato mentre accompagnava con la propria autovettura dalla loro abitazione al luogo del meretricio due prostitute rumene.

Durante l’indagine venivano acquisiti i tabulati telefonici degli imputati e delle prostitute da cui risultava che il ragazzo italiano aveva avuto un ruolo marginale rispetto agli altri imputati connazionali delle prostitute ed il suo coinvolgimento appariva episodico e svincolato da qualunque collaborazione con il
gruppo di cittadini rumeni.

Emergeva inoltre che giovane aveva numerosi contatti telefonici con solo una prostituta, giustificato dall’asserito rapporto affettivo.

All’esito del giudizio abbreviato nel quale veniva ascoltato il giovane, veniva accolta la tesi della difesa che rappresentava come la condotta dell’imputato per l’occasionalità dell’involontario e marginale contributo, non aveva determinato un obiettivo miglioramento delle condizioni organizzative per l’esercizio della prostituzione e pertanto non costituiva reato.

Questa la lungimirante pronuncia del GUP di Roma, il quale, pur riconoscendo che una relazione sentimentale con una prostituta da sola non è sufficiente ad escludere il reato di favoreggiamento, rilevava che l’imprescindibile presupposto per la prospettazione della fattispecie criminosa è rappresentato dall’abitualità del comportamento.

(A cura dell’Avv. Eugenio Gargiulo)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi