Manfredonia

Copertura Mercato, tensostruttura in sostituzione dei gazebi

Di:

Un operatore del mercato in via Santa Restituta (st@)

Manfredonia – “TENSOSTRUTTURA ancorata al suolo” – “previo reticolo di fondazione in cemento armato” – per la copertura dell’area pubblica di via Santa Restituta destinata al mercato quotidiano. E’ quanto disposto dalla Giunta comunale, con intervento ritenuto “urgente” e con prossima sostituzione dunque dei gazebi previsti nel progetto definitivo approvato con d.g.c. n.326/08.11.2012.

Importo totale appalto 440.000 euro, importo totale progetto 500.000 euro. Si procederà mediante “appalto integrato” (“considerando che le caratteristiche tecniche della tensostruttura condizionano in modo sostanziale il reticolo di fondazione e la procedura di realizzazione appare opportuno per il Comune coinvolgere il futuro appaltatore già nella fase di progettazione esecutiva e pertanto procedere mediante appalto integrato, ovvero tramite contratto ad oggetto “la progettazione esecutiva e l’esecutiva di lavori sulla base del progetto definitivo dell’amministrazione aggiudicatrice”). ;

L’opera è inserita nel Piano triennale delle opere pubbliche 2012/14 e nell’elenco annuale 2012 aggiornato con d.g.c.244-20.09.2012 per un importo come detto di 500.000 euro, finanziato con mutuo Cassa DD.PP.; incentivo per un gruppo di lavoro dell’Ente; responsabile procedimento ing. G.Di Tullo.

La vicenda. Un trasferimento ipotizzato da 15 anni In base a quanto comunicato da precedenti atti, si tratta di un trasferimento (quello del mercato in via S.Restituta) ipotizzato, con una delibera, sin dal 1997. Dunque 15 anni fa. Per l’area pubblica indicata era stata prevista una “Copertura (…) destinata all’esercizio quotidiano del commercio”: la Giunta comunale aveva approvato il progetto definitivo predisposto dall’Ufficio tecnico comunale, per “la fornitura e posa in opera di gazebi con struttura portante in alluminio a pianta rettangolare”; questo per “consentire il trasferimento degli esercenti dal precedente sito non idoneo (in via Antiche Mura, dichiarato non completamente a norma a livello igienico-sanitario, ndR)”.

DELIBERA RELATIVA AI LAVORI – DG 346/2009

IL PROGETTO. Il progetto era stato redatto con il precedente sindaco Paolo Campo, l’assessore alle OO.PP. Antonio Prencipe, il dirigente di settore, ing. Giovanni Spagnuolo, il Rup ing. Giuseppe Di Tullo, il progettista, direttore dei lavori, Responsabile sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione: ing. Nicola Trotta. Impresa esecutrice la Mucafer di Manfredonia.

“L’INGEGNERE DEI MERCATI” NICOLA TROTTA: HO SEGUITO LE INDICAZIONI DEL COMUNE; PER RISANARE LA PROBLEMATIVA BISOGNEREBBE ADERIRE ALLE NUOVA CONCEZIONE DEI MERCATI. L’ingegnere Nicola Trotta è il progettista anche del mercato rionale in via della Croce (dotato di coperture e con l’utilizzo di clinker per la pavimentazione di un’area di circa 800 metri quadrati) e del mercato settimanale in zona Scaloria. Diverse le critiche mosse contro l’ingegnere, in primis per l’eccessiva esposizioni alle condizioni climatiche. Da qui una valutazione: “tanto per via Croce, quanto per la zona Scaloria che per via Santa Restituta – disse l’ingegnere Trotta a Stato – ho seguito fedelmente le indicazioni rese al tempo dal Comune e relativi uffici tecnici. Da qui il mio progetto compatibilmente con le somme ed aree a disposizione. Per via Santa Restituta sono stati impiegati 350mila euro per i lavori, diventati 290mila circa con il ribasso, totalmente giustificabili, considerando i 200 metri lineari di muri di sostegno alti 3 metri; considerando la costruzione di un fabbricato di circa 80 metri (bagni, etc.), considerando le colonnine, l’impiantistica, la bitumazione di un’area di circa 5mila metri quadri”. “Presumo che le altre somme che hanno consentito il totale dei 500mila euro facciano riferimento alle spese per l’acquisizione dell’area”. Sulla mancata pavimentazione industriale: “è un problema di costi, con le somme a disposizione non potevamo fare altro”.


Le proteste, il “problema” vento e sole
. Come segnalato, dopo il trasferimento del mercato nel giugno 2012, senza prima aver realizzato la copertura, si svolsero degli incontri con i commercianti del mercato per definire le modalità condivise di utilizzo della nuova area, con richiesta degli stessi di una copertura per la protezione dal sole e soprattutto dal vento, “essendo risultata la zona particolarmente esposta a tali intemperie”. Da qui l’accordo tra Comune ed esercenti di modificare il vecchio progetto (gazebi ancorati al suolo ma non bloccati con fondazione) con proposta della tensostruttura di copertura dell’intera area, ancorata al suolo con travi e plinti di fondazione in cemento armato. Da qui il progetto definitivo a sostituzione di quello approvato con d.g.c. 326-11.

Redazione Stato, ddf@riproduzioneriservata



Photogallery


VIDEO 20.08.2012 – LE PROTESTE


SEGUE VIDEO 10.08.2012


VIDEO – MERCATINO DESERTO 06.08.2012


SEGUONO VIDEO INTERVISTE 02.08.2012


g.defilippo@statoquotidiano.it



Vota questo articolo:
6

Commenti


  • giiuanumunicip

    Giusto quanto e come realizzato al mercatino di San giovanni Rotondo e di cui qualcuno aveva suggerito di copiarne la realizzazione e di risolvere il problema investendo i tecnici del medesimo comune, atteso che quelli di Manfredonia hanno fatto FLOP!!!!


  • santiago nadar

    Vorrei fare i complimenti al sindaco e all’assessore Angelillis, per come hanno gestito i mercati di Manfredonia.Complimenti per la gestione del mercato ittico mix di disciplina e di iniziative di produttività.Complimenti per la caparbietà che ha portato sia il mercato settimanale che quello rionale di monticchio ad essere finalmente mercati che non ledono ne ai commercianti ne ai cittadini ; i quali cittadini venivano prima violati sia nella privacy che nella pulizia delle strade di residenza.


  • pescatore xxl

    santiago dice il giusto sul mercato ittico infatti secondo i pescatori inteligenti solo il comune puo gestire quella struttura,da quanto mi risulta non esiste dopo 4 mesi di gestione nessun debito da parte di commercianti,e invece prima? Complimendi avanti cosi i risultati si vedranno tra qualche mese.Comlimenti Angelo e Tonino.


  • Grazie Stato Quotidiano

    Ora spero che a completare l’ottimo lavoro del sindaco circa lo spostamento dei mercati/mercatino sia la gloriosa GUARDIA DI FINANZA, leggende metrolitane narrano di nutriti servizi inviati nelle sedi opportune testimanianti, la pressochè totale mancanza di emissioni di scontrini fiscali e violazioni circa le etichettarura e parrebbe immenente un grandioso blitz per debellare e castigare chi non rispetta le leggi.


  • santiago nadar

    Concordo.Controlli e poi controlli,se vogliamo la crescita,sia quella economica che quella sociale.Speriamo nella G.F.


  • santiago nadar

    Per ora ribadisco il GRAZIE ad Angelo Riccardi e Antonio Angelillis.Bravi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi