Manfredonia

Ex Tributi, Panella: “scaduta Cigs, 400 lavoratori a rischio mobilità”

Di:

L'ex lavoratore Tributi Michele Panella in protesta dinanzi al Comune di Rodi (ST)

Rodi Garganico – “IL 31 dicembre 2012 scade la Cassa integrazione straordinaria per gli ex lavoratori della Tributi, ora in AS. Ancora silenzio dalla Regione Puglia, dal Ministero dello Sviluppo economico e dal commissario straordinario Luca Voglino: ad oggi non esiste nessun piano industriale per noi 400 cassintegrati ex Tributi con totale incertezza sul nostro destino lavorativo. Parliamo di cittadini con eta’ avanzata e padri di famiglia. I comuni sono la nostra salvezza perche’ per loro noi abbiamo collaborato per tanti anni, ma nonostante questo le istituzioni non ci aiutano. Chiediamo sostegno anche all’Anci Puglia,all’Anci nazionale, Regioni e Prefetture. Aiutateci”. Lo dice in una nota Michele Panella, ex lavoratore, originario di Manfredonia, della Tributi spa – ora in a.s., che di recente aveva incontrato il sindaco di Rodi Nicola Pinto e l’amministratore della Andreani Tributi per la possibilità di utilizzare i voucher quale forma di collaborazione all’interno del servizio di riscossione del Comune.

“L’amministratore dell’Andreani mi aveva detto che avrebbe valutato attentamente come fare anche considerando la presenza di 2 ragazzi nell’Andreani a contratto indeterminato”. In seguito al crack Tributi nel 2009, Panella aveva perso il proprio posto di lavoro e da qui la protesta per la mancanza di tutela occupazionale.

“Il Comune di Rodi doveva tutelare il mio livello occupazionale inserendo la clausola sociale nel bando di gara d’appalto del febbraio 2009. Era il mio lavoro, non avevo e non ho altro”.

“Nei 6 mesi di amministrazione del sindaco Pinto non ho notato nessun interesse per la mia vicenda; mi ha spesso rimandato: ho compreso che il sindaco non riuscirà ad individuare una soluzione per rioccuparmi nelle due societa’ che operano al Comune di Rodi per il servizio riscossione dei tributi: la soc.Aipa Spa e la soc.Andreani tributi srl.

Dal 5 dicembre sarò nuovamente davanti mio comune di Rodi, ritornando a protestare con un cartello al collo, ma non contro il sindaco dott. Nicola Pinto, ma per sensibilizzare l’intera amministrazione comunale e confidando in una maggiore determinazione. Protesterò non oltre le 3 ore, sempre in piedi, perche’ non voglio rischiare il mio sistema nervoso compromesso nel novembre 2010. Presto sposterò la mia protesta anche davanti la Prefettura di foggia, coinvolgendo le istituzioni perche’ il 31 dicembre 2012 scade la cassa integrazione soc.tributi italia”:


Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi