Politica

Donno “Chiarezza su costi dispiegamento forza pubblica a Melendugno”


Di:

”Mentre i territori tra Melendugno, San Foca e Lecce sono letteralmente ostaggio delle multinazionali e piovono gli esposti dei proprietari dei terreni invasi dalla TAP, l’azione di pressing del M5S non cessa, per questo ho presentato un’interrogazione indirizzata ai Ministri dell’Interno e dello Sviluppo Economico.
Vogliamo andare a fondo sui costi sostenuti e su quelli programmati in riferimento alla politica di sicurezza e di difesa adottata in questi giorni sul cantiere TAP e sulle aree limitrofe. Un terrorismo psicologico e materiale sulla cittadinanza, con tanto di assetti antisommossa e zona rossa realizzata a protezione del cantiere, cinturata con barriere antisfondamento sormontate dal filo spinato a lama piatta.

Questo innaturale e sproporzionato dispiegamento di uomini non solo sta comprimendo i diritti e le libertà dei singoli cittadini, ma avrà anche pesanti effetti in termini di costi. Il Governo tiri fuori tutte le cifre di questo assurdo piano di militarizzazione e dia conto di come vengono spese le risorse pubbliche”.

Così in una dichiarazione Daniela Donno (M5S).

[INTERROGAZIONE] Atto n. 4-08424 pubblicato il 27 novembre 2017, nella seduta n. 910

Donno “Chiarezza su costi dispiegamento forza pubblica a Melendugno” ultima modifica: 2017-12-06T14:20:03+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This