Sport
Il San Severo, in inferiorità numerica per tutta la ripresa, cede di misura al Nardò

“Aperi allo scadere, Nardò viola il Ricciardelli”

L’ultima emozione la regala Oretti, che al 93’ sfiora il palo su punizione dal limite

Di:

San Severo. Un gol allo scadere, il “Ricciardelli” è nuovamente violato. Il San Severo, in inferiorità numerica per tutta la ripresa, cede di misura al Nardò: a decidere il match in favore degli ospiti è la rete di Aperi, giunta a soli 2’ dal termine. All’emergenza infortuni si affianca quella relativa agli squalificati, mister De Felice schiera il suo 3-5-2, con Ranieri adattato nel ruolo di centrale di difesa, reparto completato da D’Arienzo e Fabrizio Favilla; 4-3-3 per mister Ragno, che schiera Montinaro e Prinari a sostegno di Malcore nel trio d’attacco. Partenza a rilento, il gioco ristagna a centrocampo, la prima conclusione è ad opera di Vicedomini al 7’, Mennella risponde bene e para a terra. Il San Severo cresce con il passare dei minuti, al 23’ bella apertura di Milani per Davide Favilla, il cui cross è soltanto sfiorato da un liberissimo Favetta, che non riesce a concludere per un soffio. Minuto 26, il corner di Florio si trasforma in una vera e propria conclusione, Chironi riesce ad allontanare con un bel colpo di reni; sul prosieguo dell’azione, ci prova Natino ma il suo tiro è respinto. Al 35’ episodio dubbio in area neretina: angolo di Florio dalla destra, Favetta riesce a colpire di testa e mandare sul fondo nonostante una trattenuta evidente, ma il signor Gualtieri non ritiene ci siano gli estremi per il penalty. Sul finire di frazione, infortunio alla caviglia per Natino (trasportato in barella fuori dal campo), al suo posto entra Mustone; si va negli spogliatoi sullo 0-0.

Il secondo tempo si apre con l’episodio che segna la gara: Florio colpisce Gigante a palla lontana, l’arbitro inizialmente non si avvede dell’accaduto, poi estrae il rosso diretto nei confronti del capitano giallogranata. Il Nardò non si lascia pregare e prende in mano il pallino del gioco, rendendosi subito pericoloso: minuto 53, Malcore è servito in area e, tutto solo, spara sul palo alla destra di Mennella; trascorrono altri quattro giri di lancette, stavolta è l’estremo difensore dauno a salvare il risultato, stoppando sulla linea Allegrini. De Felice ultima i cambi inserendo Morsillo ed Evacuo, provando a dare equilibrio ai suoi, che comunque riescono a tenere botta contro le offensive degli ospiti. Il Toro ci prova con conclusioni dalla distanza, al 67’ è ancora Malcore a calciare, ma Mennella risulta nuovamente provvidenziale; all’80’ Oretti tenta il jolly dai venti metri, la conclusione a spiovere è alta. Minuto 88, arriva il gol decisivo: Cardinale crossa dalla sinistra, il pallone scavalca la difesa e termina sul secondo palo, Aperi è puntuale ed interviene in scivolata, bucando Mennella e firmando lo 0-1. Il San Severo risponde subito, sul capovolgimento di fronte ci prova Evacuo in mischia, ma la sfera termina di un soffio a lato; l’ultima emozione la regala Oretti, che al 93’ sfiora il palo su punizione dal limite, un attimo prima del triplice fischio, che consegna i tre punti alla compagine neretina.

TABELLINO
SAN SEVERO: (3-5-2) Mennella; Ranieri, D’Arienzo, F. Favilla; Natino (dal 42’ Mustone), Mastrangelo, Tricarico, Florio, D. Favilla (dal 70’ Morsillo); Milani, Favetta (dal 61’ Evacuo). A disp.: Di Michele, Annese, Salcone, De Rosa, Di Senso. All.: De Felice.
NARDO’: (4-3-3) Chironi; Cassano, Lanzolla, Allegrini, Mancarella (dall’85’ Caporale); Vicedomini, Oretti, Gigante (dal 52’ Aperi); Montinaro (dal 73’ Facecchia), Prinari, Malcore. A disp.: Liaci, Zinetti, Moriero, Meleleo. All.: Ragno.
Arbitro: sig. Gualtieri di Asti.
Assistenti: Civitenga di Roma 2 e Rinaldi di Roma 1.
MARCATORE: 88’ Aperi (N).
AMMONITI: Ranieri, Mustone (S); Mancarella (N). – ANGOLI: 6-3 per il Nardò. – RECUPERI: 3’ p.t.; 3’ s.t..
NOTE: Espulso Florio (S) al 47’ per condotta antisportiva.

(Testo cronaca a cura di Salvatore Fratello)

Paolo Dell’Erba: “Raggiungere al più presto la certezza della salvezza” . L’analisi del patron giallogranata al termine di San Severo-Nardò e di Dino Marino. “Zero punti nelle ultime due partite casalinghe spengono definitivamente il sogno play-off”. Così Paolo Dell’Erba, patron giallogranata al termine di San Severo-Nardò: 0-1. “Sono molto amareggiato che il tutto sia stato determinato dall’incoscienza di alcuni nostri giocatori capaci di farsi espellere e quindi squalificare per falli di reazione insensati in un momento topico della stagione che ci vede rimaneggiati dai molti infortuni. Credo che in settimana saranno presi seri provvedimenti per questi atteggiamenti. Adesso, però, dobbiamo pensare soltanto a superare quota 40 punti per non ritrovarci a lottare per i play-out”. Sulla stessa lunghezza d’onda Dino Marino, dirigente Usd San Severo calcio: “Dell’Erba ha ragione in toto. Chi ha sbagliato paghi. Chi si è fatto espellere, o sul campo ha assunto atteggiamenti sbagliati che hanno danneggiato la squadra, sarà multato. Comprensione ma fermezza. Certo continueremo ad essere vicini ai ragazzi: ora dobbiamo ritrovare la determinazione necessaria per conseguire la salvezza”. Enzo Pizzolo (Ufficio Stampa Usd San Severo calcio)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi