Manfredonia
"Mai proposto un 'provvedimento omnibus'"

“Emergenza abitativa”, Comuni pugliesi, Barbanente chiarisce

"Peraltro, non vi è alcuna necessità di norme regionali per contrastare l’emergenza abitativa"

Di:

Bari – EMERGENZA abitativa Comuni pugliesi: l’assessore Barbanente chiarisce.

”Da alcuni giorni leggo su qualche giornale della presunta cancellazione, dal “provvedimento omnibus” all’attenzione della giunta regionale, di una altrettanto presunta proposta di aiuti alle famiglie per fronteggiare l’emergenza abitativa. Non capisco di che cosa si parli: non ho mai proposto né ho mai visto un simile provvedimento. Peraltro, non vi è alcuna necessità di norme regionali per contrastare l’emergenza abitativa. Ne abbiamo approvate due per il diritto alla casa nel 2014. Occorrono azioni mirate e, soprattutto, serve che ognuno faccia la propria parte per realizzarle concretamnete. Cominciamo, quindi, a distinguere le emergenze.

Un’emergenza particolarmente acuta è legata agli sfratti per morosità incolpevole, cresciuti anche nel 2014. La Regione già nel 2013 ha messo a disposizione dei Comuni ad alta tensione abitativa € 2.5 milioni per venire in aiuto ai cittadini in questa condizione. Ma solo 31 Comuni hanno fatto richiesta, per un totale di € 0,8 milioni, e nessuno ha ancora fornito i dati sui cittadini beneficiari.

Vi sono, quindi, fondati dubbi che le risorse non siano state utilizzate. Ma la Regione insiste: è in corso di adozione una nuova delibera di giunta in attuazione della L. 80/2014, che mette a disposizione dei Comuni 1,5 milioni di euro, assieme a strumenti per agevolare una risposta tempestiva ed efficace da parte dei Comuni”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi