CronacaRegione-Territorio
A cura di Nino Sangerardi, autore del testo 'Quello che i pugliesi non sanno'

Gasdotto TAP,via libera all’esproprio dei terreni di Melendugno

La società TAP AG Italia si appresta a notificare l’atto ministeriale ai proprietari dei suoli,con invito a presenziare alla redazione dello stato di consistenza e possesso delle aree

Di:

Lecce. Il direttore generale del Ministero dello Sviluppo economico, ing.Gilberto Dialuce, ha firmato il decreto di esproprio dei terreni per la costruzione del gasdotto Trans adriatic pipeline. Si trovano nel territorio di Melendugno,provincia di Lecce, e sono interessati dal tracciato del metanodotto di interconnessione Albania Italia DN 900.

La società TAP AG Italia si appresta a notificare l’atto ministeriale ai proprietari dei suoli,con invito a presenziare alla redazione dello stato di consistenza e possesso delle aree. Quindi i tecnici incaricati da TAP dovranno stilare il verbale di immissione,eventualmente anche in assenza dei proprietari invitati. Quest’ultimi possono fare ricorso contro il decreto innanzi al Tar o al Presidente della Repubblica rispettivamente entro 60 o 120 giorni dalla comunicazione espropriativa. L’infrastruttura TAP, secondo il Governo capeggiato da Matteo Renzi e il Ministero, riveste carattere d’urgenza e indifferibilità. Perchè ? In quanto consentirà l’arrivo in Italia di una nuova fonte di approviggionamento del gas proveniente dal Mar Caspio,di preciso dallo sviluppo del campo Shah Deniz territorio dell’Aserbaijan. Quindi si dovrebbe ottenere l’incremento della sicurezza dei rifornimenti di energia sia per l’Italia sia per l’Unione europea.

(A cura di Nino Sangerardi, autore del testo ‘Quello che i pugliesi non sanno’)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi