Politica
"Erano e sono veramente così indispensabili le altre, per la giunta in via di scadenza? Evidentemente sì"

Enti inutili, Lanzilotta: ancora un richiamo del Codacons

"La Regione con i suoi 120 enti, comitati, commissioni varie e onnicomprensive si è guadagnata più volte i riflettori mediatici ben puntati"


Di:

Bari – “Quella del Codacons è soltanto l’ultima denuncia, in ordine di tempo, sul costo esorbitante degli enti definiti ‘inutili’ per le casse dello Stato, 10 miliardi l’ anno, primato europeo tutt’altro che lusinghiero. E nel panorama nazionale , la Regione Puglia con i suoi 120 enti, comitati, commissioni varie e onnicomprensive si è guadagnata più volte i riflettori mediatici ben puntati, nonostante la legge per la semplificazione amministrativa varata ad hoc nell’ estate del 2013: ma la tanto attesa e auspicata spending review di fatto ha portato alla scomparsa di appena 6 strutture, tra le tantissime monitorate.

Erano e sono veramente così indispensabili le altre, per la giunta in via di scadenza? Evidentemente sì, ma è altrettanto evidente la necessità da parte del centrodestra di procedere a un piano di razionalizzazione anche in questa materia, non per cavalcare l’onda dell’antipolitica ma per procedere ad accorpamenti non più prorogabili –gran parte sono in materia sanitaria, infatti-, all’eliminazione di duplicazioni inutili e controproducenti, e alla verifica effettiva dei costi e dei benefici legati alle rispettive funzioni e cariche”. Così Domi Lanzilotta, presidente del Gruppo del Nuovo Centrodestra alla Regione Puglia.

Redazione Stato

Enti inutili, Lanzilotta: ancora un richiamo del Codacons ultima modifica: 2015-04-07T20:01:20+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • VERGOGNA

    il parco, la sovraintendenza, le comunità montane, ecc sono tutti enti utili solo per i posti dei politici senza lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi