Politica

Zullo: “Mai sparlato di Berlusconi, querelo Vitali”

"Ho dato mandato ai miei legali di presentare una querela per diffamazione a carico del commissario regionale che continua a cagionarmi un danno ingiusto"


Di:

Bari – “Avevo già invitato pubblicamente l’on. Vitali a desistere dal rendere dichiarazioni mendaci sul mio conto. Purtroppo, devo constatare che l’invito sia stato declinato e, perciò, poiché la mia storia politica è nata sotto la bandiera del nostro Presidente Berlusconi e non ho mai proferito parola contro di lui, ho dato mandato ai miei legali di presentare una querela per diffamazione a carico del commissario regionale che continua a cagionarmi un danno ingiusto ledendo la mia immagine, la mia identità politica e la mia storia di coerenza, rendendo dichiarazioni false e destituite di ogni fondamento”. Lo dichiara il presidente del Gruppo di Forza Italia, Ignazio Zullo.

“Nei giorni scorsi – prosegue – dopo uno dei consueti attacchi dell’on. Vitali, gli ho rivolto un appello di buonsenso: evitare di attribuirmi frasi o pensieri senza averne alcuna prova o testimone. Affermare che io abbia parlato male del Presidente Berlusconi è un’offesa al sottoscritto e alla sua attività politica sempre coereibertà possano ledere la mia persona – conclude Zullo – e agirò per vie legali, lasciando che sia la giustizia a fare il suo corso”.

Redazione Stato

Zullo: “Mai sparlato di Berlusconi, querelo Vitali” ultima modifica: 2015-04-07T19:37:48+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Luigi Mazzei

    Mazzei: “Vitali smetta di usare mio nome impropriamente e con falsità”.

    “Con un raro quanto scaltro atteggiamento intimidatorio, il commissario regionale di Forza Italia continua a fare cattivo e improprio uso del nome altrui, sostenendo anche palesi falsità. Lo prego di smetterla di ledere la mia immagine: non ho mai sparlato del Presidente Berlusconi, che ha dato vita alla storia di un partito liberale e democratico a cui, evidentemente, l’on. Vitali non riesce proprio ad ispirarsi”. Lo dichiara il consigliere regionale di Forza Italia, Luigi Mazzei. “Sarebbe opportuno -prosegue- che la smettesse anche di dire che il silenzio sia condizione per la ricandidatura. È un’offesa anche per i colleghi che, con i fatti, hanno sposato la linea ricostruttrice di Raffaele Fitto. Vitali è un avvocato e dovrebbe sapere che la libertà di opinione, per un politico come per un normale cittadino, è un valore fondante della costituzione e della nostra democrazia. In politica, lo è ancor più quando l’opinione è costruttiva e finalizzata al rilancio del nostro partito. Ho la tessera di Consigliere Regionale di Forza Italia e un commissario di partito deve sapere bene cosa significa, ossia condividere le idee pluraliste su cui si fonda Fi. È chiaro che si utilizzi il nome del sottoscritto e del collega Zullo solo come paravento, per camuffare la realtà: essere amici di Raffaele Fitto, per alcuni, è un peccato da pagare. Ma a tutto c’è un limite -conclude Mazzei- e se l’on. Vitali riterrà di proseguire oltre su questa linea, dovrà sostenerla e difenderla nelle sedi opportune”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi