Economia
I dati Istat sul Pil del Mezzogiorno fotografano una Italia a due velocità e un paese letteralmente spezzato in due sul piano economico

ISTAT, Pil pro-capite mezzogiorno metà rispetto a Nord

Lo afferma il Codacons, commentando i numeri dell’Istat che vedono Il Pil pro capite nel Mezzogiorno a 16.761 euro, quasi la metà di quello del Nord Ovest (30.821 euro)

Di:

Roma. I dati Istat sul Pil del Mezzogiorno fotografano una Italia a due velocità e un paese letteralmente spezzato in due sul piano economico. Lo afferma il Codacons, commentando i numeri dell’Istat che vedono Il Pil pro capite nel Mezzogiorno a 16.761 euro, quasi la metà di quello del Nord Ovest (30.821 euro). “Questi dati ci dicono che nel Sud Italia i cittadini vivono ancora in condizione di grave difficoltà, e non a caso la povertà nelle regioni del Mezzogiorno è ancora dilagante e assai più elevata che nel resto d’Italia – spiega il Presidente Carlo Rienzi – E’ una vergogna che una parte del paese venga lasciata indietro, e arranchi con dati da fame. Numeri che dimostrano il fallimento della politica e di tutti i piani di rilancio del sud Italia, lanciati negli anni dai governi di turno e rimasti lettera morta e senza alcun reale impatto sulle condizioni di vita di chi risiede nelle regioni del Mezzogiorno” – conclude Rienzi.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi questo articolo!