Manfredonia
"Essendo per natura garantisti, dissentiamo da chi chiede a gran voce le dimissioni del primo cittadino"

Area Popolare Manfredonia conferma sostegno al sindaco Riccardi

"Il mero processo alle intenzioni non appartiene alla democrazia ed al buonsenso"

Di:

Manfredonia. “Alla luce degli attacchi strumentali e di basso cabotaggio perptetati ai danni della persona di Angelo Riccardi, Area Popolare di Manfredonia esprime piena solidarietà al sindaco confermando convintamente il proprio sostegno politico ed istituzionale alla valida azione amministrativa portata avanti sin ora e che deve proseguire per tutto il resto del mandato conferitogli democraticamente da una larga fetta della cittadinanza meno di un anno fa. Cavalcare l’onda delle questioni personali per scalfire la solida posizione di un’istituzione è una prassi obsoleta e scorretta che nulla ha a che fare con la contrapposizione politica. Essendo per natura garantisti, dissentiamo da chi chiede a gran voce le dimissioni di Riccardi che si trova solo all’inizio del percorso giudiziario, utile a chiarire la sua posizione rispetto a situazioni non ben definite. Tali questioni personali non vanno mescolate come in un tritacarne con l’alto profilo istituzionale, le capacità, competenze d’amore verso Manfredonia che da sempre contraddistinguono l’operato di Angelo Riccardi, impegnato h24 e 365 giorni l’anno per risolvere i problemi della città e dare un futuro diverso alla nostra comunità, come dimostrato in questo avvio di legislazione con l’accelerata attesa da tempo su tematiche cruciali quali la raccolta differenziata
ed il turismo. D’altronde il mero processo alle intenzioni non appartiene alla democrazia ed al buonsenso”. (Area Popolare Manfredonia, 07.05.2016)

Area Popolare Manfredonia conferma sostegno al sindaco Riccardi ultima modifica: 2016-05-07T20:00:40+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
25

Commenti


  • Vota NO al referendum sulle modifiche costituzionali

    Per quando riguarda la raccolta differenziata stiamo indietro anni luce rispetto alle città più evolute.
    Per quando riguarda il turismo idem, non pensate che una gabbia in acciaio possa portare turismo in modo permanente, siamo il fanalino di coda del Gargano, lo dimostrano le strutture ricettive (Hotel) per far soggiornare i turisti, ditemi quanti Hotel ci sono in questa città e quanti ne hanno chiusi. Il turismo mordi e fuggi non porta pane, cioè occupazione.
    Piuttosto le amministrazioni guidate dal sindaco Riccardi devono dire quanti disoccupati hanno creato


  • Matteo

    ALLA FACCIA DEL CODICE ETICO DEL PARTITO DEMOCRATICO CHE PREVEDE LE DIMISSIONI. SENZA VERGOGNA PROPRIO.

    CITO DAL CODICE ETICO DEL PARTITO DEMOCRATICO

    Condizioni ostative alla candidatura e obbligo di dimissioni

    1. Le donne e gli uomini del Partito Democratico si impegnano a non candidare, ad ogni tipo di elezione ­ anche di carattere interno al partito­ coloro nei cui confronti, alla data di pubblicazione della convocazione dei comizi elettorali, sia stato:

    a) emesso decreto che dispone il giudizio;

    b) emessa misura cautelare personale non annullata in sede di impugnazione;

    c) emessa sentenza di condanna, ancorché non definitiva, ovvero a seguito di patteggiamento; per un reato di mafia, di criminalità organizzata o contro la libertà personale e la personalità individuale; per un delitto per cui sia previsto l’arresto obbligatorio in flagranza; per sfruttamento della prostituzione; per omicidio colposo derivante dall’inosservanza della normativa in materia di sicurezza sul lavoro.

    2. Le donne e gli uomini del Partito Democratico si impegnano a non candidare, ad ogni tipo di elezione ­ anche di carattere interno al partito­, coloro nei cui confronti, alla data di pubblicazione della convocazione dei comizi elettorali, ricorra una delle seguenti condizioni:

    a) sia stata emessa sentenza di condanna, ancorché non definitiva ovvero a seguito di patteggiamento, per delitti di corruzione nelle diverse forme previste e di concussione;

    b) sia stata emessa sentenza di condanna definitiva, anche a seguito di patteggiamento, per reati inerenti a fatti che presentino per modalità di esecuzione o conseguenze, carattere di particolare gravità ;

    c) sia stata disposta l’applicazione di misure di prevenzione personali o patrimoniali, ancorché non definitive, previste dalla legge antimafia, ovvero siano stati imposti divieti, sospensioni e decadenze ai sensi della medesima normativa;

    3. Le condizioni ostative alla candidatura vengono meno in caso di sentenza definitiva di proscioglimento, di intervenuta riabilitazione o di annullamento delle misure di cui al comma 2 lett. c).

    4. Le donne e gli uomini del Partito Democratico si impegnano a non candidare, ad ogni tipo di elezione ­ anche di carattere interno al partito­:

    a) i proprietari o coloro che ricoprano incarichi di presidente o di amministratore delegato di imprese che operano a livello nazionale nel settore della informazione, ovvero il loro coniuge, parenti o affini;

    b) i proprietari ovvero coloro che ricoprano incarichi di presidente o di amministratore delegato di imprese che operano nel settore della informazione a livello locale, nel caso in cui l’organo di garanzia territorialmente competente previsto dallo Statuto accerti che ­ per il rilievo dell’attività dell’impresa ­ si possa determinare un sostegno privilegiato a loro esclusivo vantaggio.

    5. Ove sopravvengano le condizioni di cui ai commi precedenti, gli eletti, i titolari di incarichi all’interno del partito, ovvero il personale di nomina politica, rassegnano le dimissioni dal relativo incarico.


  • Gino

    Perché attacchi strumentali?????
    Wallio l laurea si suda con sacrificio e impegno non si —–


  • Area PohPohPohlare

    Cari di area popolaere a parte lo schifo che potete fare per alcuni cittadini se avete le cosidette e un briciolo do onesta interna e volete un minimo di credibilita. Scrivete pure:
    In caso di condanna dato che siamo garantisti. Noi tutti di area popolare ci impegnamo a sparire (con nomi e cognomi di chi approva sto schifo di comunicato) e non far parte di nessuna coalizione politica per i prossimi 20 anni perche’ avremmo supportato un condannato per gravi reati.

    Se non lo scrivete siete vergognosi quaquaraqua e futuri COMPLICI senza pxxxE


  • leonida

    solo una curiosità: ma area popolare da chi è rappresentata? lo chiedo seriamente…


  • luna

    Peccato che il sindaco non subirà “un mero processo alle intenzioni” è rinviato a giudizio e dunque un processo lo subirà. I reati a lui contestati non appartengono alla sfera personale. Se dovete proprio dichiarare il sostegno al vostro sindaco dovete scegliere altre motivazioni.


  • Manca Maria

    Bisogna esprimersi adesso e fanno bene quelli che si manifestano.
    Il PD doveva farlo nello stesso giorno che si è diffusa la notizia. Anche Beppe Grillo, a proposito del sindaco di Livorno, si è espresso subito in sostegno diel sindaco della città.

    .


  • Scar La Teglia

    Redazione, area popolare ha inviato un comunicato stampa. Da chi è stato firmato?


  • squib

    AREA POPOLARE ……. siete una mandria di -……ma quale azione amministrativa positiva..
    Siete una mandria di -…per essere molto educato e civile


  • La politica italiana è il cancro maligno della nazione.

    Bisogna votare no al referendum, perchè i capi bastone della politica voglio creare il covo (senato) per migliaia di sindaci, consiglieri, politici indagati, condannati e tutte le altre porcherie di cui sono capaci. Questi senatori dei miei stivali avranno la copertura dell’immunità parlamentare poi le prescrizioni! Invece bisogna liberare la nazione da questa peste o cancrena della mala politica italiana.


  • Andoniettas

    Area Popolare chi? Manco il coraggio di firmarsi.


  • Dany

    Ancora con sta Sinistra e Destra? Chi sarà il prossimo indagato?
    Siete morti che camminano, non sapete più cosa inventarvi per andare avanti e prendere ancora in giro il popolo italiano, per altre poltrone promesse e conservarvi strette soprattutto quelle a Roma…


  • Michele

    Area popolare, c’è aria che puzza di m….. intorno a voi e a quel covo di d…i.. che siede a palazzo san domanico!!! Il ministro Guidi, per fare un esempio spicciolo, non era neanche stato rinviato a giudizio, ma solo menzionata per una telefonata e si è dimessa nel giro di poche ore!! Qua invece, tutti corrono al capezzale del re, avete paura di rimanere senza poltrone? ma perchè le opposizioni, tutte unite non organizzano una bella manifestazione di piazza, sotto al comune e vediamo in quanti siamo a chiedere (le dimissioni,ndr)!!! Perchè non organizzate una bella mozione di sfiducia e vediamo chi appoggia ancora il re e quanti burattini ci sono li dentro!!! siete davvero delle grandissime facce —E questa gente se ne va tranquillamente libera e beata a farsi i propri -per la città, nei bar, nelle serate mondane senza un minimo di vergogna!!! io ho studiato per anni per avere una laurea e sono senza lavoro, questo … (ipoteticamente) ——–!!!!! Vergognatevi ——–


  • Antonello Scarlatella

    Che confusione di idee in citta’. Le strutture ricettive non nascono per colpa del sindaco (nella fatti specie Riccardi) o di un sindaco
    Le strutture turistiche nascono in virtu’ dell’iniziativa privata non da iniziative amministrative. Tutto deve fare mamma comune. Modo di fare e di pensare di un popolo degno di chi ha vissuto di assistenza e tutto gli e’ dovuto.
    La differenziata? Bari non la fa, Pescara uguale, Roma manco a parlarne…..
    Ci sono 100 buone motivazioni opporsi all’attivita ‘amministrativa nonche’ alla giunta. Noi che facciamo? Ci facciamo prendere dalla mania di giustizialismo.
    La costituzione la standardizziamo alle nostre esigenze opportunistiche.
    Quest’atteggiamento e’ degno di un popolo che acquisisce cultura dai format televisivi. Da quei contenitori di informazione o meglio (disinformazione) ove tutti gridano e tutti e nessuno hanno ragione o torto. (tecnica della confusione e del confondere)
    Quest’atteggiamento puramente reattivo e’ degno di un popolo che no crescera’ mai.
    Quest’atteggiamento e’ degno di un popolo che ha acquistato il cervello all’IKEA e’ l’ha montato male.
    Continuando cosi’ avoglia a collezionare ancora fallimenti economici e sociali.
    La politica ha la sua importanza per lo sviluppo di una citta’. Ma il generatore proattivo deve essere un popolo visionario ed audace che deve contrastare l’ attività amministrativa su progettualita’ e non sulla gogna, e sul coacervo mediatico.
    Questo comportamento e’ degno solo di un popolo dove nessun imprenditore verrà ad investire mai un euro bucato.
    Poveri noi.


  • Dany

    Cara Redazione, mi dite come mai nell’ articolo del Pd non si possono fare dei commenti? (è quanto richiesto dagli interessati, accogliamo il suo intervento,ndr)
    Che siamo al Bavaglio ormai da anni in questo paese è evidente, ma la libertà è costituzionale ancora in questa Nazione!
    Pd, Partito di D…


  • Siete ridicoli...

    Ma Area Popolare chi?
    Non hanno neppure il coraggio di firmarsi…
    Forse perché si scoprirebbe che non sono autorizzati a firmarsi come Area Popolare?
    Forse perché si scoprirebbe che tra i firmatari ci sarebbe anche chi in realtà è stato firmatario di una mozione di sfiducia presentata contro il sindaco nello scorso mandato mentre adesso afferma l esatto contrario di ciò che sosteneva l anno scorso?
    Care “pecorelle” smarrite avete ragione a vergognarvi di voi stessi, chiunque voi siate, anche se mi risulta che siete rimasti in pochi, pochissimi…
    Ma l ho avete ancora almeno un consigliere comunale?!?!
    Ah Ah Ah
    Cara redazione potrebbe correggere la firma con un altra tipo Manfredonia Popolare togliendo la scritta Area Popolare visto che (è voi lo sapete) da Roma hanno ufficialmente detto che nessuno è stato autorizzato a firmarsi così? È un fatto di correttezza e servirebbe a non ingenerare confusione nei lettori. Grazie.


  • Giacomo

    ma questo scarlatella cosa ha fatto per manfredonia e per i suoi cittadini di così importante da ergersi a moralizzatore e genio politoco?? mah, certa gente avrwbbe bisogno di più modestia e umiltà.


  • zonzo

    si ma si leggono commenti del cavolo…


  • Loredana D

    Hai ragione Scarlatella, nessun imprenditore verrà ad investire mai un euro bucato, anche considerando come sono finiti gli investimenti del contratto d’aria che i tuoi sindaci del PD dovevano controllare.

    Ti ostini a dire che quello di cui viene accusato non ha nulla a che fare con i suoi incarichi istituzionali, niente di più falso.

    Se il Sindaco è davvero colpevole delle accuse che gli sono state mosse, come potrebbe una città affidarsi ad una persona che AVREBBE sfruttato le risorse del Comune per raggiungere la sede dell’esame …..

    Su chi ci governa non possono esserci ombre o sospetti di nessun genere.

    Parli di giustizialismo come se tutti chiedessero (alla Di Pietro) l’arresto immediato del sindaco, qui si chiedono le dimissioni, non il carcere.

    Se poi hai degli interessi personali che il sindaco continui il suo lavoro, allora…


  • Santiago Nadar

    Io sono pro Riccardi ma contro area popolare.Siete costituiti oppure no ?Siete carne o pesce?Potete solo vergognarvi.Comunque sempre solidarietà a Riccardi.


  • Antonello Scarlatella

    Loredana D. che si cela dietro un nick.

    Si vergogni nel dire che ho interessi personali con il sindaco.
    Io qui ci metto nome e cognome non come te che tiri il sasso ma non si sa da che mano viene.
    In redazione c’e’ il mio indirizzo ed il mio numero di telefono.
    Sono pronto a dimostrare non solo di non avere interessi alcuni con l’amministrazione comunale, ma anche la tua pochezza e mediocrità.
    Attendo.

    Concordo con la mancanza di controllo dei sindaci sul contratto d’area.
    Ma quella è altra storia.


  • Loredana Diurno

    Come mai si scalda tanto signor Scarlatella?

    Dal modo accanito in cui difende il sindaco (ha ribadito più volte che vuole che prosegua il suo programma) ho espresso quella che secondo me poteva essere una possibilità.

    Ognuno, da quello che legge è libero di farsi le proprie idee (giuste o sbagliate che siano), ovviamente senza offendere ne accusare nessuno. Non è ne un offesa ne tantomeno un accusa dire che a molti interessa che il programma del sindaco prosegua.

    Noto invece che lei è passato subito alle offese personali. Complimenti Scarlatella!!!

    Il mio messaggio viene da una qualunque cittadina di Manfredonia, mi chiamo Loredana Diurno, non ricopro nessun incarico pubblico e non ho neanche alla lontana nessun collegamento con alcun personaggio politico.

    Se la redazione me lo chiede posso anche lasciare indirizzo e numero di telefono, anche se non ne vedo il motivo.

    Al contrario suo, io credo che quella del contratto d’area faccia parte di questa stessa storia.

    Buona giornata.


  • Antonello Scarlatella

    Bene ora va meglio.
    Le rammento che lei ha detto che io agisco per interessi personali. Questo è stato da parte sua un attacco per scriticare una opinione ed una persona.
    Si ricordi Sig.ra Diurno che chi scrive non è un elettore del Sindaco.
    Resta il fatto che la costituzione io non la osservo a mio uso e consumo personale.
    In Italia una persona è colpevole quando viene giudicata da un tribunale non con un rinvio a giudizio.
    Quando sento poi che il peculato è a causa dell’impiego dell’auto comunale per motivi personali, mi trovi un sindaco in 8600 comuni circa che non ha utilizzato l’auto anche a fini personali.
    Se vi attendete che il Sindaco viene condannato per questo è una pura follia.
    Stessa regola vale per chiunque anche per il Sindaco di Livorno che se si dimettesse farebbe la più grande cazzata della sua vita.

    Apprezzo il fatto che si sia firmata.

    Antonello Scarlatella
    antonello.scarlatella@gmail.com


  • Loredana Diurno

    Signor Scarlatella, fortunatamente, non tutti i Sindaci degli 8600 comuni circa sono stati rinviati a giudizio con l’accusa di corruzione e peculato.

    Ritiene ci sia sotto un complotto?

    Quando il processo sarà finito (terzo grado, per carità…), il sindaco avrà finito da tempo il suo secondo mandato,
    in caso di condanna, ci ricorderemo bene i nomi i tutti coloro che erano a favore del fatto che il sindaco proseguisse il suo lavoro.

    Buona serata.


  • Dany

    Complimenti sig.ra Loredana, come già scritto, già ssere indagati è sinonimo di illegalitá, non ricordo tanti altri sindaci a Manfredonia, e poi qui mica stiamo parlando di Berlusconi…
    Comunque sappiamo come finiscono certi processi qui, soprattutto al tribunale di Foggia, ma andate a fanculooo, che mica siamo scemi qui ed alcuni mica si fanno c…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi