Foggia
Mister Stroppa potrebbe proseguire nell'utilizzo dei suoi titolarissimi

Calcio, il Foggia chiude una stagione trionfale

Il Cosenza, dal canto suo, è ad un punto "morto" della stagione: appaiato a quota 54, non può più agguantare il quinto posto in graduatoria ma deve difendere il sesto dalla Virtus Francavilla, a pari punti

Di:

Foggia. Il Foggia chiude in trasferta una stagione trionfale. Al “San Vito – Marulla” di Cosenza, infatti, va in scena l’ultimo impegno dei Satanelli nella regular season del girone C di Lega Pro: a fronteggiare Agnelli e compagni saranno dunque i calabresi.

Nella mattinata di ieri, consueta conferenza stampa di mister Stroppa, che ha dato molti spunti interessanti riguardo il proprio futuro: “Mi interessa la partita di domani, non penso alla Supercoppa: vogliamo migliorare la classifica ed aiutare Mazzeo a far gol. Credo sia facile trovare le motivazioni per chi gioca a calcio e vuole migliorarsi: la mentalità e la capacità di guardarsi dentro, mi riferisco ai record, per giocare al 100% devono essere alla base per chi fa questo mestiere ma non voglio addentrarmi in discorsi filosofici. Anche con il Melfi la squadra ha avuto l’attenzione giusta per fare risultato e non era semplice. Domani dovremo pensare a preservare i diffidati e cercare di andare avanti come fatto fino ad ora. Quella che scenderà domani in campo sarà una formazione di tutto rispetto. Disponibili? Tutti tranne Deli ed Empereur. Al GrandApulia Vacca non c’era? Non faccio le convocazioni per le feste ma è recuperato e sta bene, era un po’ acciaccato”.

Il tecnico parla poi del rinnovo, che appare dietro l’angolo: “Mancano solo i dettagli ma abbiamo fatto il passo decisivo: abbiamo l’accordo su tutto. Sono due anni più opzione, bisogna solo firmare, la volontà di entrambe le parti è di continuare e posso solo che essere felice. Potrei parlare tanto ma voglio solo dire che sono riuscito a conquistare questo risultato; per quanto mi state dando voi tutti, per gli attestati di stima che ho ricevuto, posso dire che è stato capito quanto fatto e soprattutto il percorso. Potrebbe essere un vantaggio giocare con una base solida in un campionato difficile come quello della Serie B. Mi sembra fuori luogo però parlare adesso di quello che sarà la prossima stagione, abbiamo ancora un campionato da concludere e due partite di Supercoppa da giocare. Questioni societarie? Ringrazio entrambe le famiglie, così come il presidente Fares, sono stati un riferimento, però non voglio addentrarmi in questioni di cui non ho conoscenza”.

Quanto alla probabile formazione dei rossoneri, mister Stroppa potrebbe proseguire nell’utilizzo dei suoi titolarissimi, a partire dal bomber Fabio Mazzeo che, come detto dal tecnico, è a caccia di gol per il titolo di capocannoniere. E allora spazio al consueto 4-3-3, con Guarna tra i pali ed il quartetto difensivo composto ancora da Loiacono, Martinelli, Coletti e Rubin; a centrocampo unico sicuro del posto appare Agnelli, con Agazzi e Gerbo maggiori candidati ad una maglia da titolare, vista anche la situazione di Vacca, appena recuperato. Nel tridente partono dal 1′ Mazzeo e Sarno, l’ultima maglia dovrebbe andare ancora a Sainz-Maza.

Il Cosenza, dal canto suo, è ad un punto “morto” della stagione: appaiato a quota 54, non può più agguantare il quinto posto in graduatoria ma deve difendere il sesto dalla Virtus Francavilla, a pari punti. Mister De Angelis dovrebbe dunque schierare un 4-3-3: tra i pali Saracco a sostituire l’acciaccato Perina, mentre in difesa dovrebbero esserci Corsi e D’Orazio sui due out, con Blondett e Pinna al centro del reparto. Il trio di centrocampo dovrebbe essere composto da Mungo, Ranieri e Calamai; tante opzioni per il tecnico, invece, in attacco, dove per una maglia da titolare si sfidano anche i due ex-rossoneri Giovanni Cavallaro e Tony Letizia, con quest’ultimo favorito e pronto ad affiancare Statella e Baclet.

PROBABILI FORMAZIONI
COSENZA: (4-3-3) Saracco; D’Orazio, Pinna, Blondett, Corsi; Mungo, Ranieri, Calamai; Letizia, Statella, Baclet. All.: De Angelis.
FOGGIA: (4-3-3) Guarna; Loiacono, Martinelli, Coletti, Rubin; Agnelli, Agazzi, Gerbo; Sainz-Maza, Sarno, Mazzeo. All.: Stroppa.
Arbitro: sig. Nicolò Marini di Trieste.

(A cura di Salvatore Fratello, Foggia 07.05.2017)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi