Cronaca

Accadia, ancora sterminio di randagi, ENPA: Murgante immobile

Di:

Avvelenamento randagio Accadia (ST)

Accadia – DOPO la lettera aperta del presidente ENPA di Accadia al sindaco Pasquale Murgante, “dove gli si chiedeva un incontro per cercare una soluzione al problema del randagismo”, il 28 maggio, e in seconda mandata il 4 giugno, qualche abitante di Accadia ha trovato il modo per risolvere il problema, “avvelenando 4 degli 8 randagi curati da Tina Santolo, con 6 polpette di carne avvelenate”.

“In tutto ciò c’è da dire che un contatto prima di questo episodio tra la presidente ENPA ed il sindaco c’è stato”, con una proposta del sindaco di “consigliare” alla Santolo di “eliminare le cucce che ha sotto casa da 14 anni, (autorizzate verbalmente della precedente amministrazione, tanto che gli sistemò il terreno per accoglierle)”. Con minaccia di denunciarla ai carabinieri, ancora una volta il sindaco di Accadia ha dato dimostrazione della sua “insensibilità al riguardo”. Per ora nessuna novità al sulle indagini per scoprire chi sia stato a confezionare le polpette, la presidente ENPA intanto ha “presentato un esposto alla prefettura”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
14

Commenti


  • misterdog

    spero che al signor …sindaco avvelenino …. e pure a quel bastardo che ha dato le polpette a quei poveri cani


  • Huldus

    Alla fine anche queste povere bestiole hanno diritto di abitare il pianeta Terra! Chi fa o promuove certe cose mi fa schifo, non riesco ad esprimere a parole la rabbia ed il disgusto che provo nei confronti di questi incivili (a dir poco).


  • carla

    Quel sindaco si deve dimettere…se non è capace di pensare ad una sistemazione decente per gli animali,figuriamoci per le persone….spero che a …………


  • alessandro

    …diamole a loro le polpette avvelenate ………


  • Massimo

    Oggi fanno violenza ad un piccolo essere, domani ad un uomo.


  • Vendetta

    Esimio signor Murgante,grazie alla sua ……..staanno ammazzando dei poveri cani innocenti, mi auguro che i suoi …………… cosa significa perdere qualcosa che si ama.
    …………………..


  • gianni

    chi avvelena i cani non lo fa per il gusto di farlo. lo fa perche’ non riesce a sopportarli. e’ colpa dei padroni se i cani abbaiano disturbano mordono uccidono passanti e bambini.quanti casi ogni mese di umani uccisi da cani. invece di prendervela col sindaco perche’ non ve la prendete con chi fa finta di accudirli? se tieni un cane lo devi tenere bene , non deve dare fastidio , e se fa un danno tu padrone devi riparare al danno , anche con la galera.


  • sandra

    Ho scritto mail al sindaco di Accadia e a tutti gli assessori, facciamoci sentire per dare una mano e solidarietà alla sig.ra Tina Santolo


  • Tina Santolo

    RINGRAZIO PER SOLIDARIETA…. SPERIAMO CHE CON IL VOSTRO AIUTO RIUSCIAMO A DIFENDERE I NOSTRI AMICI CANI…..


  • SARA BALDI

    di sindaci cosi ne facciamo ameno.. si dimetta subito o faremo una petizione contro il suo vergognoso comportamento rigurdo a coloro che hanno avvelenato i poveri cani sono la dimostrazione che a volte nascere… e solo un errore.. emi viene da dire che chi prolifica figli del genere che poi crescono e diventano delle bestiacce farebbe bene a sterilizzarsi anche il cervello oltre che il resto vergogna vigliacchi


  • SARA BALDI

    gianni.. chi avvelena i cani compie reato .. come se avvelenasse i bambini anche i bambini piangono e fanno casino.. ma nessuno li uccide per questi gli animali hanno i medesimi diritti ma vedo che nel paesello l’ ignoranza impera.. studiate ignoranti..


  • SARA BALDI

    invece di avvelenare i cani ” perche danno fastidio ” pazzesco un ignoranza che va al di la di ogni ragionevole dubbio


  • EDWARD CULLEN

    Che vergogna neanche ad avere rispetto di quei poveri cani che gia avevano i loro problemi.lo gridero sempre noi umani siamo crudeli e facciamo schifo contro gli animali,se ne salvano poche le persone che amano gli animali e io sono tra queste.vergognatevi.purtroppo il randagismo e comune in tutte le zone e sono poche le persone che si prendono cura dei randagi,pero spesse volte i cani randagi incontrano persone cattive che li fanno i dispetti.prendiamoci cura dei randagi


  • HDA

    Sara Baldi, a proposito della propria ed altrui ignoranza Petrarca scrisse un noto libello. Sempre a tal proposito, davanti a nomi femminili l’articolo indeterminativo “un” va’ apostrofato:lo sanno anche i cani…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi