Manfredonia

Trasporto dializzati, P.Rutigliano: ci pagano una miseria, servizio a rischio

Di:

Pio Rutigliano, referente Emergenza Radio Mattinata: "ci pagano una miseria, servizio trasporto dializzati a rischio" (STATO@)

Manfredonia – NELLE ore dell’allarme per il San Camillo, il referente dell’associazione Emergenza Radio di Mattinata Pio Rutigliano (già dirigente di Unione Garganica Radio 27) lancia un appello alla classe politica di Manfredonia per la “salvezza del servizio di trasporto per i dializzati”. Dalla raccolta dati, l’associazione si occupa o si occupava in passato anche del servizio di trasporto dei disabili e non deambulanti mediante autovetture anche da 9 posti.


Il servizio.
Il servizio di trasporto dializzati consiste nel trasporto tramite automezzo di proprieta’ dell’Associazione (Autovettura o Autoambulanza, a seconda delle condizioni sanitarie del paziente) di pazienti in trattamento dialitico per insufficienza renale cronica. I pazienti sono accompagnati al centro dialisi di trattamento dialitico e riportati al loro domicilio alla fine della seduta di terapia. Il servizio e’ svolto da personale specializzato tutti i giorni dell’anno. L’emodialisi e’ un trattamento che ogni giorno consente a tutti coloro che soffrono di gravi insufficienze renali, di continuare a condurre un’esistenza normale.

“Il servizio lo prestiamo per soggetti di Mattinata, Manfredonia, Zappponeta, non si possono lasciare 15 unità senza un trasporto. Ci sono persone di 80/90 anni che hanno bisogno della nostra assistenza: quando interveniamo li portiamo dalle abitazioni in ospedale, per le dialisi, e dall’ospedale nuovamente nelle loro abitazioni; spesso svengono o collassano, sono soggetti a rischio”. Il problema è tutto nelle somme versate all’Associazione per il servizio: “abbiamo incontro il direttore per un accordo: 12,50 a trasporto, quando negli altri Comuni della Provincia versano quattro volte tanto, fino a 35,50 euro”.

Il presidente di Moderati e Centristi per Manfredonia, Giovanni Caratù, si è impegnato – essendo intervenuto Rutigliano durante l’inaugurazione odierna della Federazione Centrista – per presentare la problematica durante la prossima seduta di Consiglio comunale.

Redazione Stato, mtm@riproduzione riservata



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Giancarlo

    Ci preme informare che per la tipologia dei servizi svolti dall’Associazione in questione, non ha alcun titolo o autorizzazione a farlo e quindi richiedere compensi, sono associazioni senza scopo di lucro e a titolo di volontariato altrimenti s’imbarcano in altro settore ben definito e autorizzato quali: Noleggio Con Conducente, con tanto di Autorizzazioni,assicurazioni, personale inquadrato e iscritto all’Albo dei Conducenti etc, etc. Comunque la Categoria, prenderà atto di questo comunicato per salvaguardare i propri diritti.


  • Beppe

    Premetto che io sono volontario in una associazione di SOLI volontari che opera in Regione Lombardia e che svolge, oltre al servizio di soccorso 118 in Convenzione con AREU, anche quello di trasporto dializzati in convenzione con l’ASL.

    Intanto Giancarlo permettimi di dire che non si è capito di quale categoria tu fai parte. Probabilmente ti è sfuggito di dirlo, ma per maggior chiarezza sareb be meglio che lo dicessi.

    Poi vorrei fare presente a tutti, che il fatto che una associazione di volontariato sia senza scopo di lucro non vuol dire che non abbia delle spese da sostenere, perchè ad esempio, le ambulanze a noi non le regala nessuno e neppure il benzinaio ci fa il pieno gratis.

    E quanto costa una ambulanza?…..non meno di 70.000 €…e quanto dura?….non più di 300.000 km e bisogna assicurarla, lei come anche tutti i volontari…..e bisognba avere una sede, e l’acqua e il gas e l’affitto e le manutenzioni e chi ne ha più ne metta.

    Sappiate che il nostro servizi dialisi è in perdita e se non fosse per i dializzati lo avremmo già chiuso…..quindi per far tornare i conti siamo costrettia fare servizia pagamento di sabato o domenica di assistenza a gare per racimolare i soldi che ci permettono di andare avanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi