ManfredoniaMonte S. Angelo
Nota stampa

Monte Sant’Angelo, spostamento Capolinea: critiche e proposte Italia Nostra

Di:

Monte Sant’Angelo. ”Viste le numerose lamentele di molti cittadini a seguito dello spostamento del capolinea dei mezzi pubblici di trasporto dal centro alla estrema periferia sud-est della città nei pressi del cimitero e ad una distanza enorme dal nucleo cittadino e dalla Cittadella Micaelica che richiama annualmente una grande quantità di visitatori, riteniamo opportuno formulare alcune critiche e proposte, al fine di consentire il superamento delle lamentate disfunzioni evidenziate dal nuovo sistema dei trasporti pubblici.

E’ nostra profonda convinzione, in primo luogo, che in un sito UNESCO il servizio dei trasporti urbani debba essere organizzato in maniera ottimale, per permettere in particolare ai fruitori di giungere nei pressi della Cittadella Micaelica, senza permettere, peraltro, il transito dei mezzi nel centro cittadino. Sarà possibile, comunque, questo risultato prevedendo due capolinea: l’uno nella parte ovest della città, nei pressi del Belvedere, vicino al sito UNESCO, l’altro nella parte est nei pressi del cimitero, come è ora previsto, con transito sulla strada panoramica e fermate lungo il percorso.

Questa diversa organizzazione del servizio consentirebbe di favorire una fruizione ottimale da parte di tutta la comunità montanara, compresa quella residente nel nuovo quartiere del Galluccio e di assicurare, in pari tempo, un servizio funzionale ai numerosi turisti in visita al sito UNESCO. Naturalmente nell’organizzazione del servizio, si dovranno prevedere corse frequenti nelle fasce orarie di inizio e termine delle lezioni nei plessi scolastici presenti proprio nei pressi della zona Belvedere.

L’implementazione del Servizio dovrà prevedere, inoltre, l’attivazione del collegamento “diretto” con l’aereoporto di Bari-Palese in previsione dell’auspicabile aumento dei flussi turistici verso il sito UNESCO della Basilica Micaelica. Andranno, poi, individuate delle aree “parcheggio” in zone ai margini del centro storico per ridurre o eliminare l’insostenibile presenza di auto nelle strette strade, prevedendo il collegamento con mezzi pubblici di piccole dimensioni ed elettrici (Pollicini) per ridurre anche il fenomeno dell’inquinamento.

La creazione di una Consulta Comunale ed il coinvolgimento della comunità con l’effettuazione di un Referendum potrebbe, a nostro parere, assicurare l’individuazione delle soluzioni più convenienti e corrette, elaborando un Piano urbano di trasporti pubblici. Andrà inoltre individuata la possibilità di utilizzare risorse pubbliche, regionali, statali o dell’Unione Europea, sicuramente prevista per un sito UNESCO, per rendere possibile la proposta di riorganizzazione del sistema dei trasporti pubblici e dare risposta ad una cittadina che da anni chiede attenzione.

In attesa di gentile riscontro, inviamo cordiali saluti.

La Presidente – Consigliera Nazionale – (M. Gioia Sforza)



Vota questo articolo:
6

Commenti

  • Il capolinea non si tocca da dove è adesso!

  • E mò basta con sta storia ci avete stufato ma non avete proprio un cavolo da fare?


  • Bob

    Nell’articolo non si parla di spostare il capolinea, ma di aggiungerne un altro in zona belvedere. Ottimo progetto. Nuovi parcheggi, ztl con telecamere, bus elettrici o a metano sarebbero una rivoluzione. Passaggio successivo cambiare la mentalità dei cittadini che usano la macchina non per esigenze di mobilità ma per fare lo struscio.

  • Ma questi fanno pena! Questo è il progetto che ha esposto ieri sera il commissario Cantadori alla assemblea cittadina! Vogliono prendersi i meriti…. Lasciamo fare ai commissari che fanno certamente meglio di questi che cercano solo di comandare !


  • micky

    lasciate perdere sto capolinea,con i problemi che ha monte tra qualche anno non restera’ nessuno che prenderà l’autobus ne’ in piazza ne’ altrove,saranno tutti emigrati,lasciando un paese ormai quasi fantasma.

  • Gli urlatori e i facinorosi non devono prevalere sui montanari onesti, i VERI pendolari e chi condivide la lotta alla mafia. Il capolinea deve rimanere dove è stato giustamente messo.QUESTO VOGLIONO I MONTANARI E NON INSEGUIRE UN PAIO DI PERSONAGGI CHE SPERANO DI PRESENTARSI ALLE ELEZIONI PER DIFENDERE LORO STESSI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati