ManfredoniaSan Severo
Video in allegato

Riversavano illegamente rifiuti tra San Severo – Manfredonia: 19 arresti

Da raccolta dati, è stata fermata "un'organizzazione criminale, che ha riversato, illecitamente, rifiuti nell’agro di Manfredonia e di altre zone della provincia dauna, con la complicità di una ditta di servizi ambientali di San Severo, attraverso automezzi di un'impresa di Casalnuovo di Napoli."

Di:

Bari/Manfredonia. SVERSAMENTO illecito di rifiuti tra Puglia e Campania: oltre 130 poliziotti e finanzieri impegnati da stamani, 7 giugno 2017, nell’esecuzione di ordinanze a Bari, San Severo, Cerignola, Zapponeta, Casalnuovo di Napoli, Barletta, Mola di Bari, Gravina in Puglia e Modugno. Pari a 9.3 milioni di euro il totale dei beni sequestrati. 42 gli indagati e quattro le società finite nel mirino.

Da raccolta dati, è stata fermata “un’organizzazione criminale, che ha riversato, illecitamente, rifiuti nell’agro di Manfredonia e di altre zone della provincia dauna, con la complicità di una ditta di servizi ambientali di San Severo, attraverso automezzi di un’impresa di Casalnuovo di Napoli.”

Il gip del Tribunale di Bari ha disposto 19 misure cautelari, 5 in carcere, 9 ai domiciliari, 2 obblighi di dimora, 2 divieti di dimora e un divieto di esercizio dell’attività d’impresa.

“I provvedimenti sono stati eseguiti dai militari della Guardia di Finanza a Bari, San Severo (Fg), Cerignola (Fg), Zapponeta (Fg), Casalnuovo di Napoli (Na), Pozzuoli (Na), Pollena Trocchia (Na), Mariglianella (Na), Napoli, Barletta, Mola di Bari, Gravina di Puglia e Modugno (Ba). Gli indagati sono complessivamente 46”.

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT



Vota questo articolo:
8

Commenti


  • Alfredonia

    Perche’ non si pubblicano nomi e foto di questi DELINQUENTI ????
    E’ l’unica umiliazione certa, prima che si raggiunga ad una vera e propria condanna che fra vent’anni finira’ ” a tarallucci e vino”, mentre i soliti fessi continueranno, con sacrifici giornalieri, a preoccuparsi della raccolta differenziata.
    Bisogna rendersi conto, una volta per tutte, che la raccolta e smaltimento, non puo’ essere dato in mano ai privati.

  • Vogliamo sapere i nomi.


  • Lettore inorridito

    Giust! Non appena è possibile pubblicate i nomi –


  • Il vaccaro di San Spiriticchio

    Gomorra Sipontina!


  • Indignato

    La Regione, Provincia e Comuni interessati, si dovrebbero costituire come parte civile per gravissimo danno all’immagine del territorio e danni sanitari alla popolazione, quest’ ultimi ne caso venissero accertati. Tutto il mondo ha saputo di questi orribile sporca faccenda.


  • svolta

    Gente che tratta l’immondizia in tal specie, non può che definirsi IMMONDA !


  • Ciccio

    Io farei un bel camping su quei terreni e ospiterei tutti gli indagati e responsabili… Gli farei coltivare pomodori insalate ecc..ecc.. Il loro fabbisogno alimentare fino a che campano..


  • PREMIO RE MANFREDI 2017

    Meritano in massa il premio Re Manfredi edizione 2017, perchè i rifiuti concimano la terra, donano rigenerano le sostanze nutritive per le coltivazioni e di conseguenza ci donano prodotti sani, salubri e genuini, che cosa vogliamo di più? Questo si chiama spirito di iniziativa e amore per la terra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi