Manfredonia

Accesso Ospedale, V.Marmo: 2 entrate, 1 operatore: rischi e caos (VIDEO)

Di:

Vincenzo Marmo, RSA Ugl di Manfredonia, addetto alla portineria del San Camillo (stato@)

Manfredonia – DUE entrate, un operatore per l’ingresso nel San Camillo. E’ quanto denuncia a Stato Vincenzo Marmo, Rsa UGL e addetto alla portineria del nosocomio, dopo quanto avvenuto stamane “con un addetto alla vigilanza”, impiegato nell’ospedale, “costretto” a permanere in una sola entrata (quella del nuovo ingresso per il Pronto soccorso) lasciando così “incustodita” l’altra (vecchio accesso con affaccio sulla lunga scalinata per l’ospedale).

In tempi di spending review, e di tagli per la sanità, la realtà del San Camillo si accoda ma in peius. “Qui si parla di disorganizzazione”, dice Marmo. L’ospedale di Manfredonia è prossimo alla dismissione dei reparti di ginecologia ed ostetricia , con l’Utic a rischio e con i ricoveri vietati in pediatria per la mancanza del personale. Ora i problemi derivano anche per gli addetti alla portineria e “per il reparto di Psichiatria”, continua il responsabile dell’Ugl.

Vincenzo Marmo, come già riferito, fa parte di quei 70 LPU (Lavoratori Pubblica Utilità) di Manfredonia “in attesa da 13 anni di essere stabilizzati all’interno dell’Asl/Fg”, dopo quanto già avvenuto nel 2008 per una ventina di colleghi, in seguito a disposizioni regionali. Nel mezzo della vicenda il servizio di ausiliariato e portierato affidato alla costituita Sanitaservice, soc.unipersonale dell’Asl, con relativo inquadramento in peius per gli stessi lavoratori. “Siamo in un limbo lavorativo. Guardi i miei abiti: sono al lavoro ma non ho una divisa: questo perchè non sono nè un dipendente Asl, nè di Sanitaservice”.

“Quello che denuncio è una disorganizzazione del servizio del portierato. – dice Marmo – Non è certo la vigilanza armata a doverci sostituire (come avvenuto nella mattina del 6 luglio, ndR). Del resto lo dice anche l’Asl nell’affidamento del servizio (dal 2005: Casalino, dal marzo 2011, Metropol): la vigilanza oltre a controllare l’accesso degli utenti dovrebbe fare i giri di controllo nell’ospedale, oltre ad accompagnare l’uscita dei parenti nelle ore prestabilite”.

Nella denuncia Marmo sottolinea l’importanza del ruolo ma anche i rischi: “qualche mese fa, il primo marzo 2012, alle 13 e 45 mentre mi ricavo con la mia macchina a prendere servizio in portineria nell’ospedale sono stato aggredito da una famiglia di Manfredonia, con minacce e diffamazioni perchè avrei evitato loro di parcheggiare nelle ore notturne all’interno dell’ospedale. Da qui chiedo con urgenza di riorganizzare il servizio della portineria, dell’accesso all’ospedale: dobbiamo essere presenti sempre, al di là dei nostri turni ed essere garantiti a livello personale. Spesso diventiamo il punto terminale di tutti i problemi, di tutte le responsabilità”.

I disservizi: “nonostante la nuova portineria antistante il Pronto soccorso non ci sono i bagni o un lavabo per la pulizia, non abbiamo la nostra privacy. Chiediamo all’Amministrazione dell’ospedale una maggiore tutela e rispetto per il nostro lavoro”. Inoltre: “nell’area pronto soccorso sono stati installati i dissuasori a destra e sinistra della portineria ma nessuno dei due ha mai funzionato. Bastava mettere una sbarra dalla porta del pronto soccorso per far funzionare il tutto; invece ci tocca togliere le transenne per far circolare le auto dei dipendenti (si ricorda che tranne i dipendenti e gli addetti nessuno dovrebbe sostare all’interno dell’ospedale; i parenti degli utenti possono solo accompagnare all’interno i vari assistiti ma senza sostare, ndR) o far passare le autombulanze per i trasferimenti, compreso il 118″.

Il futuro: “la chiusura dei reparti che vogliono effettuare – dice Vincenzo Marmo, attuale Rsa UGL di Manfredonia – non è dovuta al mancato servizio dei medici o degli infermieri ma unicamente per la scomparsa del personale. C’è bisogno del personale per un servizio adeguato, quello che c’è non basta per coprire un solo turno lavorativo. A partire dalla portineria ma penso anche al reparto di Psichiatria: mancano medici e infermieri che non sanno come distribuire i turni; sono rimasti solo 4 medici, per fortuna hanno da poco terminato la struttura per consentire ai pazienti del reparto di prendere un pò d’aria durante la giornata (grazie ad una struttura metallica, ndR).

“I nostri politici si devono svegliare e non solo guardare quello che fa Cerignola, San Severo; si tolgano le giacche, si alzassero le maniche per battere i pugni sul tavolo. Il nostro Governatore e Attolini hanno idea di cosa vuole significare un trasferimento da un nosocomio all’altro: autista, dottore e infermiere? Almeno 4 trasferimenti al giorno. Manfredonia non è un’azienda agricola che raccoglie i suoi frutti e chiude”.

Cassano: “Piante organiche della Sanità immediatamente in Commissione”. Proprio oggi il vice presidente del gruppo consiliare PDL alla Regione Puglia Massimo Cassano è intervenuto sulal vicenda: “l’odierna scadenza del termine di legge per la definizione delle piante organiche da parte delle Aziende Sanitarie opportunamente rimarcata da Rocco Palese, deve essere immediatamente seguita, già nei prossimi giorni, dalla loro trasmissione ai componenti la III Commissione Consiliare, competente per materia”.

“Da esse infatti non può non partire una qualsiasi strategia di rilancio di un Servizio sanitario regionale agonizzante anche per la mancanza non casuale di indirizzi chiari quali quelli ineludibilmente contenuti in tali piante, per di più premesse indispensabili anche per provvedimenti finalizzati alla migliore soluzione di questioni emergenziali quali quelle relative agli ex-stabilizzati. Né c’è più tempo da perdere per definire tali strategie, mentre la Sanità pugliese si sfascia nell’opacità e nell’incuria. E’ del tutto evidente che un eventuale mancato adempimento di quanto sopra debba attivare non soltanto le procedure per la nomina dei Commissari ad acta, ma anche una seria riflessione sull’adeguatezza dei direttori generali eventualmente inadempienti”.


g.defilippo@statoquotidiano.it


SEGUE VIDEO


Photogallery



Vota questo articolo:
17

Commenti


  • gino

    Sei solo un buffone!!!!Peeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!


  • Matteo

    Era poca una sola entrata,hanno dovuta fare la seconda,perchè non fate la terza entrata quella verso la chiesa San Camillo.Ultimamente stanno facendo una palazzina sopra una già esistende costruita 14 anni fà,perchè un simile proggetto non veniva fatto all’ora?Ma quale crisi.


  • DACUMBA

    ma semp tu siiiiiiii………


  • gino

    la buffonata piu seria lai fatta tu non scrivere cazzate quando non sai cosa dire attiva prima il cervello poi scrivi’grazie!


  • Matteo

    X Gino,io vedo e leggo i due testi che hai scritto,ai solo usato un linguaggio offensivo e poco intelligente,invece io se leggi ho voluto esprimere solo una parte del mio pensiero o commento come viene chiesto a tutti, dalla Redazione di questo splendido Quotidiano locale,proprio per non offendere il pensiero e la situazione attuale del Sig. Vincenzo Marmo.Il riassunto del mio primo commento e quello di voler dire che si spendono soldi in costruzzioni invece di garandire i reparti e i servizzi a me e a tutta la città di Manfredonia.Grazie.


  • leon

    paese dei balocchi


  • Redazione

    Grazie a Lei; Red. Stato


  • euro80

    mamma che grande lavoratore si ammazza di lavoro…..prrrrrrrrrrrrrrrrrrr

  • x gino non ho mai mangiato assieme a te quindi la buffonata piu seria lai fatta tu.grazie lo stesso.

  • x euro80 hai una sola cosa di buono.L’EURO.il resto è nullo’si vede che sei una persona da uff.di collocamento.


  • euro80

    WE ANONIMO HO DIECI ANNI DI INCAGGIO E PER TUA SFORTUNA LAVORO ANCORA PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR E NN STO COME TE DA TREDICI ANNI AD ASPETTARE CHE ARRIVI IL MAZZOLIN DI FIORI DAL CIELO FATTI LE VALIGE E VAI FUORI HA LAVORARE COME ABBIAMO FATTO IN TANTI ALLA FACCIA TUA….

  • x euro80 amiko forse non sai ancora cosa vuol dire il lavoro.ai mai provato a lavorare 10 o 12 ore al giorno facendo il carpendiere edile.be io ci ho provato e ti posso dire alla faccia tua,perche di anni di ingaggio ne ho piu di te,e spero di andare in pensione.con quella testa ke hai non so se arriverai anke tu.di strada ne ho fatta abbastanza e quindi ho voglia di riposarmi.alla faccia tua………….

  • quando non siete all’altezza di decifrare una opinione di lavoro o un diritto di un lavoratore,non masticate aria,bevete acqua,cosi almeno fate meno danni.


  • antonio

    Anonimo…vatt cuc….anz vatt accid!!!


  • euro80

    poverino anonimo ha bisogno di riposare madonna pover figghiarill……..

  • A BAKUMBA…SE CI FOSSE QUALCUNO UN PO COME ME NON SI ARRIVAVA A QUESTO,SI SAREBBE MESSO TUTTO A POSTO,COME I NOSTRI 20 COLLEGHI.

  • A DAKUMBA…SE CI FOSSE QUALCUNO UN PO COME ME NON SI ARRVAVA A QUESTO,SI SAREBBE MESSO TUTTO A POSTO,COME I NOSTRI 20 COLLEGHI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi