Capitanata

Concorso vigili, dopo il bluff si riparte a Candela: “timori”

Di:

Immagine dall'alto Istituto Comprensivo "Papa Giovanni Paolo II", luogo svolgimento prova preselettiva concorso per 4 posti di operatori di polizia municipale a Candela (stato@)

Candela – CONCORSO vigili: questi timori. Mentre a Manfredonia si è in attesa ancora della seconda prova (con il Comune che parla di una stilata Commissione), da Candela, in Provincia di Foggia, i dubbi di un gruppo di candidati, che i prossimi 11 e 12 luglio 2012 – parteciperanno alla prova preselettiva per la copertura di 4 posti di agente di polizia municipale nel piccolo comune foggiano.

I timori nascono ora per la “società selettrice del concorso” ma soprattutto per quanto avvenuto a fine ottobre 2011. A Manfredonia i partecipanti e la cittadina divennero improvvisamente somari (con bocciatura di massa, nella prima prova preselettiva – focus): a Candelacon Determinazione n. 123 del 03.11.2011 – la prima prova scritta del concorso fu annullata d’ufficio, in regime di autotutela, dopo la prova svoltasi il 31 ottobre 2011 nei locali dell’Incubatore d’Impresa sito nel Comune alla località Serra – Giardino; motivazione ufficiale: “sopravvenuta compromissione della parità di trattamento tra i candidati a causa dei comportamenti posti in essere da una parte di essi”.

La comunicazione era arrivata esclusivamente tramite la pubblicazione dello stesso atto all’albo Pretorio on-line e di apposito avviso sul sito web istituzionale del Comune www.comune.candela.fg.it, considerando che “per l’elevato numero dei partecipanti al concorso” sarebbe risultato “particolarmente gravoso per l’Amministrazione Comunale effettuare la comunicazione in forma personale”; per l’effetto di quanto avvenuto, il diario delle prove d’esame – già fissato nell’art. 7 del l’avviso di rettifica del bando – fu annullato al tempo. Il Comune si era già riservato di predisporre e pubblicare il nuovo calendario delle prove scritte ed orali “tramite la pubblicazione sul sito web con valenza di notifica a tutti gli effetti” e al quale avrebbero dovuto presentarsi “tutti i candidati già ammessi con riserva”.

Al tempo fu annullata anche la seduta pubblica – annunciata durante lo svolgimento della prova del 31 ottobre – e prevista per le 9 del 4 novembre 2011 nella Sala Consiliare del Comune di Candela, “finalizzata all’abbinamento degli elaborati oggetto di correzione in forma anonima con le buste contenenti le generalità dei candidati”.

Esterno Comune Candela (st)

IL TESTO/DENUNCIA SHOCK DELLA PROVA DEL 31 OTTOBRE 2011: CONCORSO VIGILI A CANDELA, LA MIA TESTIMONIANZA

LA NUOVA PROVA. “Ora a quanto pare, ammessi gli errori, l’Amministrazione di Candela ha deciso di affidare la gestione del concorso ad una ditta specializzata – dicono i partecipanti che scrivono a Stato – Ottimo direte voi: sono specializzati quindi eviteranno gli errori dell’altra volta”. “Ma poi ti informi sul nome della società e vieni a sapere che è una srl campana” con due soggetti ipoteticamente coinvolti in un’indagine nell’ambito della gestione di appalti pubblici, concorsi finalizzati all’assunzione di personale ed affidamento di incarichi professionali nella Pubblica Amministrazione. “Siamo al sicuro?”.


Ritardi. Comune mette ora a disposizione un bus navetta.
Per evitare i ritardi e le incomprensioni emerse durante la prova del 31 ottobre 2011, il Comune di Candela ha intanto messo a disposizione un servizio navetta dal campo sportivo comunale, luogo deputato al parcheggio dei mezzi personali dei concorrenti, all’Istituto Comprensivo “Papa Giovanni Paolo II”, luogo di svolgimento della prova dell’11 e 12 luglio 2012.


In bocca al lupo e alla selezione.


g.defilippo@statoquotidiano.it



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Entità sempre vigile

    Ma quali concorsi concorsi e concorsi? ma lo volete capire che dai poliziotti agli amministrativi a qualsiasi altro concorso, viene superato dai mogli, figli, parenti, cugini, amici, ecc..??? Nessuno che non abbia un aiuto all’interno passerà mai alcun concorso di ruolo statale perchè le bocche da sfamare sono solo quelle di chi è già dentro per tradizione familiare…non buttate soldi in giro per l’italia a caccia di concorsi truffa e fasulli vi prego signori. Io stesso ho partecipato a concorsi in una forza armata e so esattamente come agiscono, e non solo a prove preliminari copiate di sana pianta a casa, ma anche tra le visite e gli psicologi che sanno già quali persone sono state segnalate per avere una valutazione tale da essere assunte nel posto di lavoro. Smettiamola di credere nelle favole..e non arruolatevi nelle forze dell’ordine o lavorerete per un pessimo titolare: lo stato italiano, che è al servizio completo di altre forze esterne all’italia le quali decidono ogni tipo di intervento..piuttosto fate i manovali c’è più soddisfazione personale nel non essere coivolti in quegli ambienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi