Monitoraggi Acque di Balneazione – ARPA Puglia – Regione Puglia

Acque balneazione Manfredonia, giugno: conferma valori nella norma

Lo rende noto la stessa Arpa

Di:

Manfredonia, 20 giugno 2017. “Monitoraggi Acque di Balneazione – ARPA Puglia – Regione Puglia”: nei limiti di legge i parametri relativi ad Enterococchi intestinali ed Escherichia coli in tutti i punti di campionamento analizzati nel mese di Giugno 2017. Lo rende noto la stessa Arpa.

DATI BALNEAZIONE - GIUGNO 2017 - ARPA PUGLIA

DATI BALNEAZIONE – GIUGNO 2017 – ARPA PUGLIA

Monitoraggi Acque di Balneazione – ARPA Puglia – Regione Puglia
A decorrere dalla stagione balneare 2010, con il Decreto legislativo 30 maggio 2008 n. 116 e con la successiva pubblicazione del Decreto Ministeriale 30/3/2010 (G. U. del 24 maggio 2010 S.O. 97), l’Italia ha recepito la Direttiva europea 2006/7/CE sulle Acque di Balneazione.
Diversi sono gli aspetti innovativi introdotti dalla nuova normativa, tra i quali:

la definizione delle acque di balneazione, intese come aree destinate a tale uso e non precluse a priori (aree portuali, aree marine protette – Zona A, aree direttamente interessate dagli scarichi, ecc.);
la determinazione di soli 2 parametri microbiologici: Escherichia coli ed Enterococchi intestinali;
la frequenza di campionamento mensile nell’arco della stagione balneare (ad iniziare da aprile sino alla fine di settembre) secondo un calendario prestabilito;
il punto di monitoraggio fissato all’interno di ciascuna acqua di balneazione;
la definizione dei Profili delle acque di balneazione;
la classificazione delle acque sulla base degli esiti di quattro anni di monitoraggio, secondo la scala di qualità: “scarsa, sufficiente, buona , eccellente” (entro il 2015);
la regolamentazione degli episodi caratterizzati da “inquinamento di breve durata“ o da “situazioni anomale”.
Golfo di Manfredonia (archivio: tripdavisor)

Golfo di Manfredonia (archivio: tripdavisor)

Il Ministero della Salute ha attivato il Portale Acque per la raccolta dei dati e la relativa informazione al pubblico a partire dalla stagione balneare 2010. Per quanto riguarda la Regione Puglia è comunque disponibile un bollettino pubblicato in rete con cadenza mensile a partire da maggio sino ad ottobre di ogni anno.
Nel bollettino, reperibile dal Portale ARPA Puglia, sono riportati i risultati analitici prodotti dai Dipartimenti Provinciali ARPA Puglia, e relativi alle acque marino-costiere destinate alla balneazione nelle sei provincie pugliesi (sono escluse le zone precluse a priori, quali quelle portuali, quelle protette – Zona A, quelle direttamente interessate dagli scarichi, ecc.).
Nel bollettino sono indicati:
a) le date di monitoraggio;
b) i punti di campionamento;
c) i risultati analitici per ciascuna delle acque di balneazione designate, con l’indicazione di eventuali superamenti rispetto ai limiti di legge (200 UFC – Unità Formanti Colonie – per gli Enterococchi intestinali e 500 UFC per Escherichia coli).

PUGLIA_balneazione_2017_boll_Giugno

redazione stato quotidiano.it – riproduzione riservata



Vota questo articolo:
6

Commenti


  • Lecchino

    onestamente, mi fido di più di Giuseppe Marasco che dell’Arpa …. il colore dell’acqua che fuorisce dal nostro depuratore non mi sembra corrispondere ai rilievi dell’ Arpa…


  • Manfredonia senza mare

    Giusto! Mi fido di più di Marasco e vado a mare da Mattinata in poi.


  • Fognadonia

    Si certo
    Ma che bella notizia avranno messo i depuratori nuovi..


  • Dino

    Mi fido più di Marasco che dell’Arpa.
    Chiedetevi perché i risultati li divulgano a distanza di un mese avvolte due?
    Se io domani voglio farmi il bagno in una determinata zona voglio sapere se l’acqua è pulita oggi,o per lo meno a distanza di pochi giorni, non mesi.


  • Dino

    Se volete vi anticipo i risultati di settembre,tanto ogni anno è la stessa storia.


  • Arpa classica

    I valori sono nella “Norma”. Forse quella di Puccini. Ormai con quest’ARPA non si riesce nemmeno a suonare un pezzo da quattro soldi. Questi enti non servono più a niente dovrebbero essere chiusi visto le baggianate che raccontano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi