Manfredonia
"Sono due i benefattori che provvederanno in serata a festeggiare i ragazzi della Delfino"

“Benefattori privati festeggiano la Delfino, nell’indifferenza delle istituzioni”

"Così succede che nella indifferente città legale, sono i privati a sostituirsi e tamponare le vistose falle che ormai contraddistinguono un tessuto sociale del tutto inesistente"


Di:

Manfredonia. ”Ce lo aspettavamo: ci saremmo meravigliati del contrario. A distanza di quasi un mese dalla vittoria della splendida medaglia d’oro agli Special Olympics Nazionali di Calcio unificato, svoltisi a La Spezia dal 10 al 15 giugno scorsi, pur avendo ricevuto attestati di stima e di congratulazioni sia a livello locale che da tutt’Italia, nulla, neppure il minimo cenno di riferimento o citazione è arrivato all’Associazione Delfino da parte delle istituzioni locali. Nulla, neppure un formalissimo “tanti auguri” è stato espresso da chi doverosamente dovrebbe farlo.

Eppure, negli ultimi tempi, c’è stato tutto un susseguirsi di cerimonie, manifestazioni e comunicati per vittorie e successi sportivi e sociali ma, da questa parti, dalle parti della Delfino, associazione sportiva per Disabili di Manfredonia, che opera ininterrottamente da 28 anni, ovvero dal lontano 1989, e che svolge nel silenzio indifferente ed assordante dei parlamentini locali, attività di volontariato puro e senza alcuno scopo speculativo, niente, assolutamente niente, nessun cenno, nessuna cornice di felicitazione e ringraziamento.

Così succede che nella indifferente città legale, sono i privati a sostituirsi e tamponare le vistose falle che ormai contraddistinguono un tessuto sociale del tutto inesistente.

Fra tanti sacrifici ormai non più sopportabili, che ne determineranno necessariamente la chiusura entro il 2019, anno in cui con una grande festa del trentennale, si chiuderanno le attività in favore dei disabili sportivi, anche quest’anno la Delfino Manfredonia ha ottenuto grandi vittorie: il titolo Regionale Special Olympics, la vittoria del Campionato Regionale FISDIR di Calcio a 5 e l’ulteriore alloro nazionale conquistato in Liguria a La Spezia, che, inoltre, permetterà alla compagine sipontina di ottenere nuove convocazioni per attività sportive internazionali, in vista dei Giochi Special Olympics Europei e Mondiali. Non semplici comparsate, ma presenze di grosso spessore, nel mondo delle diverse abilità e dello sport paralimpico, che vengono evidenziate e certificate in tutta Italia, tranne che a Manfredonia.

Sono due i benefattori che provvederanno in serata a festeggiare i ragazzi della Delfino presso il ristorante La Vela d’Oro: Donato Fortunato, dirigente sportivo da sempre impegnato nello sport e nel volontariato e Michele Paglione (del panificio San Pio) che hanno deciso spontaneamente di regalare a questi ragazzi qualche attimo di felicità, quello che tanti altri pur potendo non fanno.

E così saranno festeggiati gli eroici atleti della Delfino Manfredonia: Michele Basta, Antonio Giordano, Giuseppe De Padova, Cosimo Balsamo, Giuseppe Giordano, Lorenzo Di Staso, Antonio Trimigno, Stefano Falcone. Con loro ci saranno gli atleti partner, Michele Murgo e mister Carmelo Mendola, dirigente e manager sportivo, che ha lavorato sodo per tutta la stagione, ottenendo nel campo delle diverse abilità, per sua stessa ammissione, emozioni mai provate e davvero mai vissute. A completare lo staff, la presenza dei dirigenti della Delfino, Antonio Marinaro e Saverio Azzarone e del Presidente Vincenzo Di Staso.

Tanti auguri, Delfino Manfredonia!

Manfredonia 07/07/2017 – Settore Comunicazione Delfino Manfredonia

“Benefattori privati festeggiano la Delfino, nell’indifferenza delle istituzioni” ultima modifica: 2017-07-07T11:08:06+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • ilproletario

    Giovanni, possibile che non hai capito ancora che, ai nostri amministratori (minuscolo voluto), non frega niente del Sociale??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi