La donna era stata condannata all'ergastolo in primo grado

Infermiera accusata di aver ucciso paziente, assolta in appello

Con l'assoluzione disposta l'immediata liberazione dell'imputata, in carcere dall'ottobre 2014

Di:

Il fatto non sussiste“. La Corte di assise di appello di Bologna ha assolto Daniela Poggiali, 45 anni, ex infermiera, in carcere per l’omicidio di una sua paziente 78enne all’ospedale di Lugo di Romagna, nel Ravennate.

La donna era stata condannata all’ergastolo in primo grado, “perchè riconosciuta colpevole di avere iniettato una dose letale di potassio all’anziana”. Con l’assoluzione disposta l’immediata liberazione dell’imputata, in carcere dall’ottobre 2014.

Infermiera accusata di aver ucciso paziente, assolta in appello ultima modifica: 2017-07-07T17:55:09+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Michelantonio

    Ma come e’ possibile passare da un’ergastolo all’assoluzione per certi reati.
    Chi e’ stato superficiale nell’emettere due sentenze completamente OPPOSTE.
    Mi sembra che qualcuno si diverta sulla vita e liberta’ di ognuno di noi, come se fosse un gioco di SCOMMESSE.
    Dov’e’ la legge?
    Esiste ancora una giustizia?.
    Credo di no.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi