Manfredonia
"Penalizza i più deboli e bisognosi"

Pensioni: Manfredonia (Patronato Acli) “Il nostro sistema è iniquo e ingiusto”


Di:

“Il nostro è un sistema previdenziale iniquo e ingiusto, che penalizza i più deboli e i più bisognosi, giovani con vite lavorative precarie o intermittenti”. Lo ha affermato questa mattina Emiliano Manfredonia, vice presidente vicario delle Acli e presidente del Patronato Acli, aprendo a Roma i lavori dell’annuale incontro dello stesso Patronato sul tema “Agire nel sociale, lasciare il segno”. Secondo Manfredonia, “lo Stato non è un partner affidabile cui legare le sorti dei propri destini previdenziali, affidare i risparmi di una vita lavorativa e le risorse che dovranno garantire un’esistenza libera e dignitosa nel momento di maggior debolezza”. Il presidente del Patronato, si legge in una nota, “ha denunciato il variare continuo da parte dello Stato delle regole ‘contrattuali’ in base alle quali i lavoratori definiscono la propria rendita pensionistica”.

“Questa – ha commentato – non è certezza dei rapporti giuridici, non è tutela previdenziale. Non si rafforza così il patto sociale e la fiducia dei cittadini nello Stato e nelle istituzioni”. “Come Patronato, assistiamo inermi alla concessione di pensioni di invalidità o di pensioni ai superstiti di importi indecenti che creano nuovi poveri nella nostra società, quando invece lo Stato dovrebbe essere presente e intervenire per sollevare queste persone dal disagio”. “I nostri uffici – ha osservato – riescono a vigilare, a raccontare e studiare tramite l’esperienza e l’approfondimento”. Per Manfredonia, “il nostro lavoro deve trasformarsi in democrazia”. “La democrazia che vogliamo ha il compito di intervenire su queste nuove frontiere ma, ancora di più, costruire una visione dell’assistenza e previdenza che rovesci questo sistema”.

FONTE https://agensir.it/quotidiano/2017/7/6/pensioni-manfredonia-patronato-acli-il-nostro-sistema-e-iniquo-e-ingiusto-penalizza-i-piu-deboli-e-bisognosi/

Pensioni: Manfredonia (Patronato Acli) “Il nostro sistema è iniquo e ingiusto” ultima modifica: 2017-07-07T11:40:56+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • Lettore indignato

    Infatti molti politici con un paio di anni di contributi al compimento del 60° anno di età hanno diritto a 4.000 euro di vitalizi e non parlo di senatori e deputati nazionali. Uno scandalo!!


  • Saverio Del Monte

    Ogni popolo si merita i suoi governanti, le sue pensioni e la dia sanità.


  • cittadino

    Lo Stato ebbe a dire un ex presidente, è il soggetto più litigioso che esiste, ed io aggiungo più iniquo in quanto si scialaqua la bocca coi principi costituzionali ma nei fatti si comporta diversamente. La più nota è: “La legge è uguale per tutti”…. Vaglielo a dire ad un povero Cristo che magari ha commesso un illecito per bisogno, mela dall’albero, ed un possidente che ha rubato nella borsa dello Stato, “nostra”, con l’evasione per eempio….. arrecando un danno per tutta la collettività e ciò fino a quando non viene a galla, se viene a galla e magari con tanto di prescrizione…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi