Manfredonia

Scalo Saraceni, in casa di una donna tenta la violenza: fermato rumeno


Di:

Immobile Scalo Saraceni

Immobile Scalo Saraceni (archivio)

Manfredonia – VILLAGGIO Scalo dei Saraceni, Riviera Sud di Manfredonia, prime ore del pomeriggio di ieri. Un rumeno di 30 anni, Yount Balta, bracciante agricolo incensurato dell’area, entra nell’abitazione di una donna di circa 25 anni, residente nel villaggio con il marito, lavoratore in proprio.

L’uomo, armato di un coltello da cucina, sarebbe saltato letteralmente addosso alla donna, toccandola probabilmente nelle parti intime e spaventandola con il coltello. Ma fortunatamente la ragazza avrebbe avuto la prontezza di fuggire in uno dei diversi vani dell’appartamento. Forse per le urla, forse per essere stato chiamato, il marito della donna, probabilmente nelle vicinanze, entra in casa e sorprende il rumeno ancora con il coltello in mano. Ne nasce una colluttazione. Fortunatamente il marito della donna sarebbe riuscito ad evitare qualsiasi tentativo del rumeno di ferirlo con il coltello. In seguito la fuga dell’aggressore, probabilmente in stato di ebbrezza, aggressore che fuggendo riesce anche a derubare il portafoglio della donna, con poche banconote.

La giovane coppia contatta a questo punto i carabinieri del Comando Compagnia di Manfredonia. Intervento dei militari della stazione di Zapponeta (Fg): dopo una segnalazione e attraverso delle identificazioni incrociate i carabinieri riescono a risalire al soggetto, recuperando tanto il coltello (che l’uomo aveva ancora conservato con sè) quanto il portafoglio derubato alla donna.

Per il rumeno l’arresto con l’accusa di violenza sessuale, tentata lesione e rapina.

Redazione Stato, GdF, riproduzione riservata

Scalo Saraceni, in casa di una donna tenta la violenza: fermato rumeno ultima modifica: 2010-09-07T14:13:28+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi