Cronaca

Ultimatum Lambresa, Cera: “Patto con gli elettori già tradito un anno fa”

Di:

Angelo Cera (immagine d'archivio, radiobombo)

Il sindaco di San Marco in Lamis Angelo Cera (immagine d'archivio, fonte image: Radiobombo)

Foggia – “E’ senza alcuna sorpresa e con un pizzico di amarezza che, ahinoi, apprendiamo dell’ultimatum del vicesindaco di Foggia, Lucia Lambresa, al sindaco circa il prosieguo di quel ‘Patto del Buon Governo’ che nel 2009 consentì a Gianni Mongelli di vincere la corsa elettorale per Palazzo di Città”. Così il commissario provinciale Udc, Angelo Cera, sulle ultime vicende politico-amministrative nel comune capoluogo.

“Per quanto ci riguarda – ricorda il parlamentare centrista- quel Patto è miseramente fallito già un anno fa quando uno dei suoi maggiori azionisti, l’Udc, coautore della vittoria di Mongelli al secondo turno, fu poco elegantemente e senza troppi complimenti lasciato fuori la porta per – è evidente- compiacere chi non perse tempo, invece, a tradire il proprio elettorato, rinnegando simbolo e partito e mettendo su un nuovo e più comodo cappello, senza tuttavia per questo ritenere di dover fare un passo indietro, come coerenza ed onestà politica avrebbero voluto.

Al contrario, quei signori sono rimasti saldamente incollati alla poltrona,con il silenzioso benestare del sindaco Mongelli”. “Un atteggiamento quello del sindaco – continua Cera- che lo ha portato ad essere corresponsabile del tradimento politico perpetrato ai danni dell’elettorato moderato che in quell‘unione Udc/Io Sud-centrosinistra, primo laboratorio politico per eccellenza, aveva riposto la sua fiducia. Un voltafaccia che oggi torna inevitabilmente a presentargli il conto”.

“Ringrazio personalmente Lucia Lambresa per le parole di affetto spese nei confronti del partito che ho l’onore di rappresentare e che non perse tempo un anno fa, fiutato “l’inganno”, a farsi da parte per far governare ‘lor signori’, con i risultati disastrosi che oggi sono sotto gli occhi di tutti” rincara ancora l’esponente centrista. “Una città in ginocchio, che paga anni di malgoverno, e sulla quale questa maggioranza ha scelto oggi di continuare a picchiare (vedi aumento Tarsu al + 30%) al solo fine di continuare a foraggiare vizi e clientele se è vero come è vero che il servizio di pulizia della città latita e Amica, l’azienda comunale di igiene urbana, è ormai ad un passo dal baratro con 50 milioni di euro di debito sui quali si pronuncerà a breve il Tribunale di Foggia”.

“A Lucia Lambresa – conclude il commissario Udc – rivolgo il ringraziamento più sincero per l’opera preziosa e disinteressata prestata a servizio della città, con uno spirito di dedizione ed un’oculatezza politico-amministrativa di rara fattura che in pochi, oggi, possono vantare. Qualità che inducono l’Udc a continuare a ritenerla importante punto di riferimento nel panorama politico locale per un più ampio ed ambizioso progetto di costruzione della ‘casa dei moderati’.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi