GarganoManfredonia
Fonte Avvenire.it

Avvenire “Due monaci e tanti laici per far rivivere l’abbazia di Pulsano”

Luogo remoto e solitario l’abbazia di Santa Maria di Pulsano, come gravato dal peso della storia

Di:

Monte Sant’Angelo (Foggia) – Sembra di entrare nel deserto, come da Monte Sant’Angelo ti inoltri in Contrada Pulsano, e scorgi l’abbazia: mura secolari, e pietre dello stesso colore delle rocce attorno, dorate da millenni di sole. Davanti, l’immenso orizzonte blu del golfo di Manfredonia e del Mediterraneo; attorno, un gran silenzio rotto solo dai sonagli delle bestie al pascolo fra questi sassi.

Luogo remoto e solitario l’abbazia di Santa Maria di Pulsano, come gravato dal peso della storia (…)

(ARTICOLO COMPLETO, FONTE: www.avvenire.it)



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Squalo

    Da quando è andato via PADRE MASSIMO c’è più solitudine lui sapeva creare,sapeva tenere Uniti i giovani, era PADRE MASSIMO


  • Manfredonia capitale europea del Gpl (60 milioni di litri!!!)

    Tra poco andando a Pulsano, vedrete anche le Piramidi Sipontine!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati