Foggia
"Chiesto il ritiro dell’accapo e inizio di un nuovo percorso consiliare"

Commercio, Marasco delegato a incontro con sindaco

Di:

Foggia. Il presidente del Gruppo consiliare “Il Pane e le Rose”, Augusto Marasco, incontrerà stamane il sindaco di Foggia e l’assessore comunale alle Attività economiche in riscontro all’invito, rivolto dall’Amministrazione comunale alle minoranze consiliari, a partecipare a una riunione politica sul Documento Strategico del Commercio e sul Documento Strategico del Commercio su aree pubbliche.

Nelle sue funzioni di capogruppo e non di ex candidato sindaco del centrosinistra, l’architetto Marasco è stato delegato da tutti gli altri Gruppi consiliari di minoranza: Conservatori e riformisti, Fratelli d’Italia, Gruppo misto, Lavoro e Libertà, Lista Leonardo Di Gioia sindaco, Partito Democratico, Partito Socialista, UDC.

I nove Gruppi hanno concordato di manifestare, attraverso l’autorevolezza e le competenze del capogruppo de “Il Pane e le Rose”, apertura al dialogo politico-istituzionale su due atti tanto rilevanti per Foggia, dal punto di vista economico e sociale. E di aspettarsi un altrettanto concreto segnale da parte del sindaco e della maggioranza di apertura al confronto fattivo, con l’assunzione dell’iniziativa del ritiro dell’accapo dall’ordine del giorno della prossima seduta consiliare di seconda convocazione, ripristinando un corretto percorso istituzionale che passi prima per le Commissioni e poi per l’Aula consiliare. Con un percorso completamente nuovo, sarà più agevole provare a cooperare anche alimentando una discussione più partecipata, impostando un’agenda di audizioni con le realtà economico-sociali della città.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati