Foggia
"Lo chiediamo nuovamente dopo la pec inoltrata in data 7 maggio 2016"

Sorteggio Scrutatori: meetup AttiVisti foggiani rilancia e non arretra

"Speriamo che non si perda questa importante opportunità per tutti i cittadini che chiedono eguaglianza e trasparenza nei processi decisionali"

Di:

Foggia. Approfittando del referendum in data 6 settembre il meetup “AttiVisti foggiani” ha nuovamente inoltrato tramite pec al Sindaco e alla Commissione Elettorale Centrale di cui il primo cittadino è presidente, la proposta di sorteggiare gli scrutatori che saranno chiamati per le operazioni referendarie in autunno. Nella pec riportiamo anche le proposte della nota metodologica del sorteggio a Barletta, la bozza dello schema di avviso pubblico e il fac-simile della domanda di partecipazione.La nostra richiesta è un appello rivolto al sindaco e ai consiglieri tutti affinché vengano sorteggiati gli scrutatori prevalentemente tra studenti e disoccupati o inoccupati visto il periodo di fortissima crisi economica che interessa l’Italia e la Puglia, come fotografano periodicamente i dati Istat sulla disoccupazione giovanile con percentuali superiori al 40%. Lo chiediamo nuovamente dopo la pec inoltrata in data 7 maggio 2016 con cui sollecitavano gli amministratori a prendere in seria considerazione la nostra proposta.Sin dai primi giorni di Marzo abbiamo fermato molti consiglieri presso le commissioni consiliari per capire gli orientamenti e saper le loro proposte in merito.

Ci siamo anche premuniti di riportare alla loro attenzione il sopracitato “modello Barletta”, dove l’amministrazione pugliese tramite un avviso pubblico pubblicato on line e sulle plance comunali, invita i cittadini a consegnare i mav delle tasse universitarie o i certificati dei Centri per l’Impiego attestanti la disoccupazione o inoccupazione presso gli uffici comunali nel termine di tempo previsto dal bando per poter partecipare al sorteggio come scrutatori.

La scelta di adottare la possibilità del sorteggio è prevista anche secondo i termini di legge. Infatti l’impianto della legge 95/1989, che detta la disciplina per l’istituzione dell’albo e la scelta delle persone idonee all’ufficio di scrutatore di seggio elettorale, è stato modificato con la legge 270/2005 (art. 9 comma 4) e 22/2006 (art. 3-quinquies) ponendo in capo alla Commissione Elettorale Comunale la possibilità di nomina e designazione degli scrutatori all’interno dell’albo appositamente costituito e rinnovato annualmente, di fatto lasciando l’ultima parola ai consiglieri comunali.Possibilità e non obbligo, dato che la legge rilascia sempre alla decisione unanime della Commissione Elettorale Comunale l’individuazione autonoma dei criteri di preselezione degli iscritti all’albo, in base ai quali successivamente procedere alle relative nomine.

Infatti il non obbligo spiega come Barletta, San Severo, Lucera, Cerignola e molti altri comuni italiani abbiano potuto propendere per lo strumento del sorteggio e non lasciare che questa nomina rimanesse prerogativa dei consiglieri comunali.

Questa richiesta è stata riproposta più volte nel corso degli ultimi 2 anni: per le amministrative del 2014, per le votazioni regionali del 2015 e per il referendum delle trivelle dell’aprile 2016.Per questi motivi chiediamo un incontro al Sindaco e ai commissari consiliari della Commissione Elettorale Centrale per discutere insieme i termini della proposta.

Speriamo che non si perda questa importante opportunità per tutti i cittadini che chiedono eguaglianza e trasparenza nei processi decisionali.

AttiVisti foggiani



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati