Ascoli Satriano, devastato il sito archeologico di Faragola

Nobile (SI Capitanata): "Atto criminale tra i peggiori avvenuti in Capitanata, oltre le indagini parta subito rifinanziamento"


Di:

Abbiamo appreso stamattina da una dichiarazione del Presidente del
Consiglio Superiore dei Beni Culturali, Prof. Giuliano Volpe, che il
“famosissimo sito archeologico di Faragola (nel territorio di Ascoli
Satriano) è stato devastato da un incendio” appiccato nella notte. Ancora
non sono noti i danni ai preziosi reperti conservati, ma dalle prime
fotografie i danni appaiono ingenti.

“E’ un atto criminale – dichiara Mario Nobile, Segretario provinciale di
Sinistra Italiana Capitanata – tra i più gravi che si ricordino nella
nostra provincia, poiché “qualcuno ha deliberatamente attentato alla storia
della Capitanata”, ad un inestimabile patrimonio culturale e ad un luogo
che aveva visto il lavoro di tantissimi professionisti dei beni culturali,
molti dei quali provenienti dalla nostra terra, ai quali va la nostra
incondizionata solidarietà”.

“Non sono ancora note le responsabilità – conclude Nobile – ma è certo che “il
sito di Faragola rappresentava un problema per qualcuno che nella zona non
gradiva la presenza delle attività ad esso connesse”.
E’ necessario accertare in tutti i modi gli avvenimenti, ma “ancor più
importante risulta l’impegno immediato da parte delle istituzioni”
regionali e nazionali per rifinanziare immediatamente la Villa di Faragola,
recuperare quanto non sia stato irrimediabilmente compromesso, rilanciare –
al contrario degli ultimi anni – le attività di restauro, le visite, i
laboratori didattici”.

Ascoli Satriano, devastato il sito archeologico di Faragola ultima modifica: 2017-09-07T10:27:20+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi