Scuola e Giovani

Scuola, gli studenti tornano in piazza, flash mob in 70 città


Di:

Anche a Foggia le proteste degli studenti, a causa dei tagli governativi (ilforomagna.gelocal.it)

Unione degli studenti di Foggia organizza manifestazione studentesca (fonte image: ilforomagna.gelocal.it)

Roma – RIPARTE a protesta degli studenti contro il ministro dell’istruzione Maria Stella Gelmini. La stagione dei cortei entra nel vivo con due mobilitazioni, il 7 e l’8 ottobre, in attesa del grande corteo organizzato a Roma il 15 ottobre in occasione della Giornata internazionale della rabbia. “Non possiamo più accettare i metodi impensabile per una democrazia reale con cui questo governo sta distruggendo l’Italia, le studentesse e gli studenti italiani non possono più rimanere inascoltati, vogliamo essere noi a contare, vogliamo un paese diverso da cui non siamo costretti a fuggire, che riparta da scuola, università e ricerca per uscire dalla crisi”. Così in una nota la Rete degli studenti.

Venerdì cortei e flash mob in oltre 70 città tra cui Padova, Venezia, Bologna, Roma e Napoli, per la mobilitazione organizzata da Udu (Unione degli universitari) e Rete degli Studenti. Le richieste sono sempre quelle di sempre: diritto alla studio, edilizia scolastica, nuova didattica, welfare e revisione dei sistemi di valutazione. A Roma, sede delle grandi proteste dello scorso autunno, appuntamento alle 9 del mattino a Piramide. Sabato, di nuovo in piazza a Roma al fianco dei lavoratori pubblici Cgil, “per ribadire che senza pubblico non c’è nessun futuro”. Questo perché, si legge ancora nella nota, “crediamo che lo smantellamento della scuola e dell’università pubblica siano un pezzo del disegno generale di questo governo di distruzione dello stato sociale e del concetto stesso di pubblico”.

Mobilità studentesca: pubblicato il bando Southern Universities for Training Harmonization (SOUTH). L’Università di Foggia, in qualità di ente promotore e coordinatore del progetto ‘Southern Universities for Training Harmonization’ (SOUTH) – presentato in partenariato con il Politecnico di Bari, l’Università di Bari ‘Aldo Moro’, l’Università della Basilicata e l’Università del Salento – bandisce un concorso per l’assegnazione di 105 borse di mobilità finanziate nel quadro del programma settoriale LLP/Leonardo da Vinci, per la realizzazione di tirocini formativi all’estero, per laureati, della durata di 16 settimane ciascuna.

Grazie al progetto verranno finanziate le borse di mobilità, riservate a laureati presso le Università partner, finalizzate a tirocini formativi presso imprese situate negli altri Stati membri dell’UE. Le borse sono così ripartite tra gli Atenei partecipanti:
Università di Foggia: 30 borse, Politecnico di Bari: 20 borse, Università di Bari: 23 borse, Università della Basilicata: 12 borse, Università del Salento: 20 borse. I Paesi di destinazione sono: Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Spagna, Inghilterra, Romania, Olanda, Portogallo, Irlanda. Il progetto prevede la partecipazione obbligatoria di tutti i beneficiari a corsi di preparazione linguistico-culturale di un minimo di 25 ore.

Il termine per la presentazione delle domande scade il 7 novembre 2011. Info:http://www.leonardo.unifg.it/Vuoi-partecipare/Bandi-di-tutte-le-Universita/1021/


Redazione Stato

Scuola, gli studenti tornano in piazza, flash mob in 70 città ultima modifica: 2011-10-07T11:33:05+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This