Manfredonia
Uomo accusato di "gelosia morbosa e di inventarsi amanti"

Manfredonia, moglie lo accusa di stalking e ingiuria: assolto

Nelle diverse denunce, l'uomo è stato descritto come un "pazzo maniaco, accecato dalla gelosia e con atteggiamenti violenti"

Di:

Foggia. Stamani presso Il tribunale di Foggia, Ufficio del Giudice per le udienze preliminari, presieduto dal Giudice Dott. Domenico Zeno, si è svolta l’udienza di discussione del processo a carico di un uomo, imputato per i reati di cui agli artt. 612 bis, 594 e 81 c.p. (Stalking e ingiuria) nei confronti dell’ex moglie. I fatti contestati allo stesso risalgono al 2010, dove in procinto di separazione con la moglie, iniziava a perseguitarla mediante minacce e molestie reiterate tanto da farla ricorrere a diverse denunce.

La particolarità della vicenda risiede nel fatto che la moglie, agente di polizia, improvvisamente interrompeva la relazione, accusando l’uomo di gelosia morbosa e di inventarsi amanti, in particolare un collega della stessa.

Nelle diverse denunce, l’uomo è stato descritto come un pazzo maniaco, accecato dalla gelosia e con atteggiamenti violenti.

Gli avv.ti Lorenzo Troiano e Innocenza Starace, difensori dell’imputato, dopo aver fatto testimoniare la ex moglie dell’attuale compagno della donna, con cui oggi hanno un figlio e convivono da diversi anni, hanno puntato sull’attendibilità sia delle dichiarazioni rese dalla donna parte offesa e delle stesse indagini a carico dell’uomo, svolte dai colleghi della stessa presunta vittima.

Oggi, il Giudice Dott. Domenico Zeno, ha assolto con formula piena l’imputato da ogni accusa, aderendo alla tesi della difesa.

E’ questa una sentenza, forse la prima in Italia, che prende in considerazione seriamente l’attendibilità delle dichiarazioni di presunte violenze domestiche, dove molto spesso i mariti sono le reali vittime senza possibilità di difesa.

(forum chiuso, su richiesta di parte)

redazione stato quotidiano.it – riproduzione riservata



Vota questo articolo:
0

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati