Manfredonia
Fonte Comune di Manfredonia

Manfredonia, referendum e aree verdi: torna il Consiglio comunale

Mercoledì 12 ottobre 2016, alle ore 18.00, nella Sala consiliare di Palazzo San Domenico

Di:

Manfredonia. Il presidente del Consiglio comunale di Manfredonia, Antonio Prencipe, ai sensi dell’art.21 dello Statuto comunale e del vigente Regolamento del Consiglio, rende noto che il Consiglio comunale è convocato, in sessione straordinaria ed in seduta di prima convocazione, per mercoledì 12 ottobre 2016, alle ore 18.00, e, ove ne ricorressero i presupposti di legge e di regolamento, in seduta di seconda convocazione per il giorno venerdì 14 ottobre 2016, alle ore 18.00, nella Sala consiliare di Palazzo San Domenico, per la trattazione degli accapi posti al seguente Ordine del Giorno:
1. Comunicazioni del presidente;
2. Indizione Referendum comunale consultivo. Determinazioni;
3. Regolamento per la valorizzazione e manutenzione di aree verdi cittadine mediante accordi di sponsorizzazione e collaborazione con soggetti privati. Approvazione;
4. Dichiarazione d’interesse alla proposta di candidatura del Gargano al riconoscimento MaB UNESCO;
5. Approvazione convenzione ex art.30 D.Lgs. 267/2000: programma integrato di sviluppo territoriale dei comuni della provincia di Foggia;
6. Regolamento sulle modalità di esercizio del “controllo analogo” sulle società partecipate del Comune di Manfredonia. Approvazione.

Il Consiglio comunale sarà trasmesso in diretta streaming sul sito ufficiale del Comune di Manfredonia, cliccando sulla sezione “Dirette streaming” posta in alto a destra nella homepage.

Matteo Fidanza – Ufficio Stampa – Città di Manfredonia (FG)



Vota questo articolo:
4

Commenti


  • No Energas

    Per quando riguarda il regolamento del controllo analogo sulle partecipate (in questo caso l’ASE, unica al 100% del comune) spero che si dia più poteri al comune con richieste annuale di atti programmatici e contenimento delle spese,piano economico finanziario contenuto e solo per le spese della gestione per la pulizia,raccolta porta a porta, gestione locali e macchine, sia garantita la vigilanza nella massima trasparenza negli accessi agli atti e controlli ispettivi delle spese ai consiglieri e all’ufficio proposto alle verifiche..


  • stufo

    A chi aspettate ad autorottamarvi? Sono anni che vedo i vostri faccioni mentre la città va allo sfascio da anni!!


  • Alex

    il male minore a mio avviso sarebbe l’ENERGAS rispetto ad una gestione pessima di questa amministrazione.. l’impianto è sicuro e ce ne sono centinaia nel mondo e se non lo realizzano qui a Manfredonia se ne vanno altrove..al NORD Italia. Su Google ho visto l’impianto di Napoli e di fronte a 500 mt è stato realizzato un centro commerciale. E’ collocato in una zona molto urbanizzata come anche quello di BR.. io penso che la concorrenza abbia messo lo zampino per contribuire ad impedire la realizzazione di questo impianto che non E’ INQUINANTE ed E’ SICURISSIMO..io ritengo che la più grande stronzata sia quella di lasciarselo scappare come abbiamo sempre fatto per tutto…la nostra amministrazione più che fare Referendum che non serve a nulla in quanto sarebbe solo consultivo e graverebbe su di noi cittadini potrebbe ottenere vantaggi da questa società. La riqualificazione del porto che porterebbe un incremento delle attività portuali e dunque anche altro indotto, la riqualificazione di quelle aree industriali degradate che chiamano SIC/ZPS ed altri vantaggi oltre al lavoro diretto che si potrebbero ottenere. La politica dovrebbe servire a portare lo sviluppo alle nostre realtà depresse e soprattutto dovrebbe informare dei reali rischi i cittadini e non pensare alle favole! perché al Nord si realizzano questi impianti..ultimo ad esempio ho visto essere quello di Ortona..a Brindisi esiste da anni di dimensioni quasi simili a questo che si vuol realizzare qui..e per NOI non va bene mai nulla?


  • ANTONIO

    I CITTADINI COME ME CHE RAGIONANO CON LA PROPRIA TESTA E NON SONO DEI CAPRONI ..VOGLIONO LO SVILUPPO..VOGLIONO ESSERE AL PARI DI BRINDISI CHE CONIUGA DEPOSITO DI GPL E TURISMO ED AL PARI DI TANTE ALTRE CITTA’ QUALI NAPOLI ETC..CHE ACCOLGONO DPOSITI DI GAS. IL GPL E’UN GAS CHE CONTRIBUISCE ALLA RIDUZIONE DI CO2 IN ATMOSFERA. E’ UNA ENERGIA PULITA , COSIDDETTA RINNOVABILE..E QUESTI AMMINISTRATORI DICONO CHE INQUINA…MA CHE ANDASSERO A SCUOLA..!!! .HANNO ATTRATTO I VELENI NEL PASSATO ED OGGI DICONO NO AL GAS CHE NON INQUINA! MA QUALE BOMBA! QUALE INQUINAMENTO! ANDASSERO A BRINDISI SI FACESSERO INVITARE DALLA ENERGAS A VISITARE I LORO IMPIANTI…A PROPOSITO UN DEPOSITO L’ENERGAS CE LO HA ANCHE IN PROVINCIA DI BARI…PIU’ VICIO A NOI..QUESTA GUERRA A CHI GIOVA…HO DEI SERI DUBBI…?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati