Politica
"La Regione Puglia aveva espresso fin dall'avvio delle procedure di vendita del siderurgico"

IlVA, Mazzarano “Negoziato in corso, preoccupato”

"La Regione Puglia ovviamente segue la vicenda al fianco dei lavoratori e delle loro famiglie - ha concluso Mazzarano - affinché neppure un posto di lavoro venga perso"


Di:

Taranto. “Esprimo preoccupazione per le ultime notizie diffuse in queste ore sul negoziato in corso al Mise tra Am Investco Italy ed i rappresentanti dei lavoratori dell’Ilva di Taranto. Notizie che la Regione apprende esclusivamente dalla stampa, perché voglio ricordare che non siamo mai stati convocati al tavolo Mise su Ilva. Un’anomalia che va sanata”. 
Lo ha dichiarato l’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Michele Mazzarano, a seguito della comunicazione di circa 4.000 esuberi che la società aggiudicataria dell’Ilva ha fatto ai sindacati, e della successiva notizia dello sciopero di 24 ore proclamato per lunedì prossimo.

“La Regione Puglia aveva espresso fin dall’avvio delle procedure di vendita del siderurgico – ha continuato l’assessore – tutte le perplessità sulla scelta della proposta di Am Investco Italy, dal punto di vista del piano industriale, della tutela dell’ambiente, dell’assenza di un piano di decarbonizzazione, della conformità ai parametri europei dell’antitrust e ovviamente della salvaguardia della piena occupazione nel medio e lungo periodo. Perplessità inascoltate e che gli attuali avvenimenti sembrano purtroppo confermare. Mi auguro che il governo possa esercitare in questa fase delicata delle trattative sindacali l’importante ruolo di mediazione necessario per salvaguardare la piena occupazione dei lavoratori dell’Ilva di Taranto.

“La Regione Puglia ovviamente segue la vicenda al fianco dei lavoratori e delle loro famiglie – ha concluso Mazzarano – affinché neppure un posto di lavoro venga perso”.

IlVA, Mazzarano “Negoziato in corso, preoccupato” ultima modifica: 2017-10-07T18:03:12+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi