CapitanataFoggia

Boss Foggiano chiede pizzo al compagno di cella, arrestati parenti

Di:

Bari – INCREDIBILE estorsione quella scoperta dai Carabinieri della Compagnia di Molfetta che hanno arrestato la moglie e la sorella di un boss di San Severo (Foggia), detenuto presso il carcere di Trani. A portare alla luce la vicenda la denuncia della figlia di un 60enne, compagno di cella del boss, minacciato di morte qualora non avesse fatto consegnare alle donne 2.500 euro.

Alla consegna, però, fissata al casello autostradale di Molfetta, si sono presentati i carabinieri che hanno arrestato le due donne con l’accusa di estorsione. Entrambe sono state messe a disposizione della Procura della Repubblica di Trani presso la locale casa circondariale. Il boss dovrà rispondere dell’accusa di essere il mandante dell’estorsione.

Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • semprevigile

    Mo dove si vuole che arrivano certe persone….. cosa ancora si deve scoprire in questa Italia….. non c’è più limite a niente !!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi