Foggia

San Severo, sequestrati 17 kg droga, 3 arresti (FOTO)

Di:

San Severo – I Carabinieri della Compagnia di San Severo hanno tratto in arresto tre cittadini sanseveresi, Cartanese Leopoldo, classe ’61, L’Episcopo Salvatore, classe ’80 e Guida Francesco, classe ’69, responsabili dei reati di detenzione illegale di armi e munizioni, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, aggravata dall’ingente quantitativo, e ricettazione di armi.

L’operazione. L’operazione e’ stata portata a termine durante un mirato servizio organizzato nel centro dell’Alto Tavoliere al fine di porre un freno al dilagante fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti. Gli arresti, in particolare, risultano essere il frutto di lunghi e numerosi servizi di osservazione posti in essere dai Carabinieri da alcune settimane in prossimità delle case dei tre sanseveresi, situate in contrada Ratino, periferia di San Severo, sulla SS16 al Km.7. e costituite da un terreno recintato chiuso da un cancello, nel quale insiste un’immobile in cui dimorano stabilmente tutti e tre gli arrestati.

I Carabinieri decidevano quindi di perquisire l’intero stabile, qualche minuto dopo le 20.00, orario entro il quale il Cartanese e L’Episcopo dovevano obbligatoriamente far rientro a casa, essendo entrambi sottoposti alla misura dell’obbligo di dimora per analoghi e pregressi reati. Numerosi i militari impiegati nella perquisizione a causa dell’ampiezza dell’immobile e del piazzale antistante le abitazioni, dove sono presenti diversi garage, conformazione tale da permettere un facile occultamento di qualsivoglia materiale illecito. Le operazioni di perquisizione si protraevano per quasi due ore e solo la meticolosità e I’ attenzione adottata dai militari nella loro esecuzione, permetteva di rinvenire l’ingente materiale sottoposto a sequestro. In particolare, nella camera da letto dell’abitazione di Cartanese Leopoldo, nascosta sotto l’ultimo cassetto di un mobile a cassettiere, i Carabinieri rinvenivano la somma contante di 21.000 Euro in banconote di grande taglio ed un flacone di lidococaina.

Sempre nella medesima camera veniva rinvenuto numeroso materiale radio tra cui 7 ricetrasmittenti, 5 ricevitori di segnale, e due scanner per la rilevazione di frequenza, materiale probabilmente utilizzato dai malviventi per intercettare le frequenze radio delle Forze dell’Ordine. Nella camera da letto dell’abitazione del L’Episcopo Salvatore, all’interno di una borsa, veniva rinvenuta una pistola semiautomatica marca Benelli cal. 32 completa di serbatoio monofilare contenente 6 cartucce.

Ancora all’interno dello spoiler di uno degli autocarri presenti nei garage in uso a tutti e tre gli arrestati, i militari rinvenivano, occultato sotto dei sacchi di juta, un fucile a pompa cal. 12, marca Benelli recante le matricole della bascula e del castello entrambe abrase, contenente nel relativo serbatoio 7 cartucce cal. 12, arma questa clandestina, che al pari della prima risultava perfettamente funzionante e pronta allo sparo. All’interno dei sacchi che occultavano il fucile a pompa venivano rinvenuti, infine, 8 Kg di marijuana, 5 Kg di hashish, 2 Kg di eroina e 1,8 di cocaina, 4 bilancini di precisione per la pesatura della sostanza e vari foglietti manoscritti sui quali vi erano indicate varie somme di denaro in cifre ed alcuni nomi. Gli arrestati sono stati associati in carcere a Foggia.

Fotogallery Vincenzo Maizzi

FOTOGALLERY

Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi