Manfredonia
"Un attacco alla diligenza anacronistico"

Rapina bus a Cerignola. Bordo “Allucinante e gravissimo, identificare malviventi”

"A coloro che hanno subito questa rapina violenta va tutta la mia vicinanza"

Di:

Bari. “Quanto accaduto sul bus della Marozzi a Cerignola è allucinante e gravissimo. Un attacco alla diligenza anacronistico, violento e ingiustificabile. Si tratta di mezzi utilizzati il più delle volte da studenti e pendolari. A coloro che hanno subito questa rapina violenta va tutta la mia vicinanza, spero che i malviventi vengano identificati quanto prima e assicurati alla giustizia”. Lo scrive, su Facebook, il presidente della Commissione per le Politiche Ue della Camera Michele Bordo del Pd.



Vota questo articolo:
7

Commenti


  • michele

    onorevole bordo
    avresti fatto meglio a stare zitto perche dei tuoi commenti la capitanata non sa che farsene.
    il tu impegno per la capitanata è stato solo quelle di fare qualche commento su quello che succede sia di buono che di cattivo.


  • verità vera

    in altri tempi queste affermazioni gratuite,non erano giustificate.
    pensiero onesto dell’ONOREVOLE BORDO..


  • svolta

    E ci mancherebbe che non fossero perseguiti…. anzi forse meglio dire PERSEGUITATI fino alla fine dei loro giorni….
    Datti da fare affinché questi delitti non avvengano, e che gli autori una volta presi restino in gattabuia e non solo, ma a sudare in cave a spaccare pietre.
    Papa Francesco, la misericordia va bene per la persona per bene, che effettivamente ha sbagliato e si redime.
    In questi casi, il concorso del reato, meditato/progettato ed attuato, non può avere misericordia, gli uomini bestie devono essere domati a miti sentimenti ed azioni.
    Dopo alcune condanne, ad esempio tre, la pericolosità sociale dev’essere tutelata e quindi alla quarta condanna, a spaccare pietre 18 ore al giorno per tutta la durata della nuova pena.


  • EX ELETTORE PD ARCIDELUSO

    BORDO CHI? MANDIAMOLI A MUNGERE LE MUCCHE IN CAMPAGNA A LUI E I SUOI COMPAGNI SIPONTINI DEL PD!! AVETE FINITO PRENDERCI X I FONDELLI! LA PROSSIMA VOLTA VOTO IL MOVIMENTO CINQUE STELLE!


  • Alfredonia

    Caro Bordo, non fare finta di meravigliarti, perche’ le finte leggi che in Italia abbiamo, li conosciamo tutti, cosi’ come i sottorifugi legislativi che vi sono che permettono a questi bastar… di delinquere.
    Sono sicuro, che nel caso vengano presi, oltre a tre mesi di arresti domiciliari non andranno, per dire domiciliari, ma la maggior parte di loro continuano a delinquere, altrimenti come faranno a pagare l’avvocato?.
    Le leggi vengono deliberate dagli Onorevoli, e pertanto se il sistema non lo si vuole far funzionare, e’ sempre una volonta’ politica.
    Al contrario, si e’ piu’ volte discusso il voler rivedere il diritto della LEGITTIMA DIFESA, per i malcapitati che subiscono rapine, furti,… e nessuno muove un dito.
    Chissa’ perche’.


  • Silvano

    La colpa è dei politici del Pd governate da anni è avete ridotto l’italia in una latrina!


  • Redazione

    INTERROGAZIONE URGENTE ORALE

    TARQUINIO – Al Ministro dell’Interno e al Ministro della Difesa

    Premesso che:
    come riportato da diverse testate giornalistiche, la notte tra il 6 e il 7 novembre scorso un commando armato composto da quattro uomini con il volto coperto, a pochi metri dal casello autostradale di Cerignola (Foggia), dopo aver bloccato con due auto di grossa cilindrata un pullman bipiano diretto a Roma della società di trasporti La Viaggi & Turismo Marozzi Srl, Società del Gruppo “Finsita Holding S.p.A., ha aggredito uno dei conducenti e rapinato i passeggeri a bordo;
    i rapinatori si sono dovuti “accontentare” della refurtiva dei passeggeri che sedevano al piano terra dell’autobus, in quanto l’intento di proseguire la loro opera al piano rialzato è stato interrotto dall’arrivo di un camion,inducendo i malviventi a fuggire a bordo delle due auto.
    Considerato che:
    la Puglia è vittima da anni di escalation da parte della criminalità organizzata per lo più dedita alle estorsioni, al traffico di droga e alle rapine;
    accanto al lavoro encomiabile delle forze dell’ordine, che operano in una situazione di assoluta difficoltà, dovendo fare i conti con carenze di organico e di risorse economiche, nella provincia di Foggia si registra una assoluta assenza di politiche di sicurezza e di prevenzione sociale;
    la situazione è difficile anche a Cerignola, dove, secondo i sindacati di Polizia, non sempre le forze dell’ordine riescono ad utilizzare mezzi a causa della carenze di risorse e organici;
    analoghi problemi si registrano anche nel promontorio garganico, nei comuni di Lucera, San Severo e Manfredonia nonostante la Capitanata sia una delle più grandi province italiane per estensione;
    Preso atto che:
    quelli a cui abbiamo assistito negli ultimi due anni sono stati evidenti segnali di escalation criminale da una parte – con omicidi, avvertimenti, attentati, ferimenti e rapine – ma anche di disagio sociale dall’altra, due fenomeni che non sono distanti tra loro e che corrono parallelamente;
    alle reiterate denunce di questi anni non è corrisposta un’azione concreta da parte del Governo nazionale alle cui rassicurazioni non sono seguiti fatti tali da determinare almeno un miglioramento delle condizioni di lavoro di forze dell’ordine;
    L’interrogante chiede ai Ministri in indirizzo di sapere:
    se siano a conoscenza di quanto esposto e in caso affermativo quali iniziative, ciascuno per le proprie competenze, intendano intraprendere per interrompere il costante avverarsi di fatti di grave criminalità e ripristinare i necessari livelli di sicurezza a Foggia, nella sua provincia e su tutto il territorio pugliese valutando in particolare, l’opportunità di incrementare il personale e le risorse a favore delle forze armate e delle forze di polizia, al fine di mettere in sicurezza le zone interessate dall’atto criminoso,.
    se intendano convocare a Foggia il Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica con l’urgenza necessaria che la grave situazione richiede;

    Sen. Tarquinio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati