CronacaGarganoManfredonia
17enne arrestato mercoledì scorso dai Carabinieri di San Marco in Lamis

Arresto Modola, legale “Gip non ha convalidato fermo, esclusa aggravante mafiosa”

"In sede di convalida la difesa produceva le sentenze assolutorie dei presunti appartenenti al clan di Claudio e dei presunti appartenenti al clan Martino"


Di:

San Marco in Lamis, 7 novembre 2017. “Effettivamente il Modola è stato tratto in arresto in esecuzione di un decreto di fermo della dda in relazione al reato di cui all’art 423 c.p. aggravato dall’art. 7 del d.l. 152/91. Il GIP non ha convalidato il fermo, ha escluso l’aggravante mafiosa e ha mantenuto in carcere il modola solo per il reato di incendio (art 423 c.p.)”.

E’ quanto dice a StatoQuotidiano l’avvocato Angelo Pio Gaggiano, legale di “Angelo Modola, classe ’98, con predenti di polizia, arrestato nel primo pomeriggio di mercoledi scorso dai Carabinieri della Stazione di San Marco In Lamis, al termine di una complessa e articolata attività di indagine, in esecuzione di un provvedimento di fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bari, Direzione Distrettuale Antimafia, cui ha fatto seguito l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere da parte del GIP del Tribunale di Foggia, poiché, poiché ritenuto responsabile di un incendio, commesso il 19 ottobre scorso, quando, alle 04.00 circa, in via Lungoiana, aveva cosparso di liquido infiammabile e dato fuoco a un’autovettura in uso a Martino Andrea, classe ’92, nullafacente, già anch’egli noto alle Forze dell’Ordine, figlio di Martino Michele, classe ’61″. Questo come riferito nella nota stampa degli inquirenti.

“Va detto – aggiunge l’avvocato Gaggiano-, che in sede di convalida la difesa produceva le sentenze assolutorie dei presunti appartenenti al clan di Claudio e dei presunti appartenenti al clan Martino (anche per quest’ultimi è stata ritenuto non sussistente la mafia e l’aggravante mafiosa, anche se condannati per altri reati). Inoltre la difesa ha depositata documentazione medica del Modola, soggetto affetto da stato depressivo reattivo. Quindi il giovane ha agito a causa dei gravi problemi di salute e non appartiene ad alcun clan dal momento che in San marco in
Lamis i giudici hanno ritenuto non esistente la mafia”.

Redazione StatoQuotidiano.it – Riproduzione riservata

Arresto Modola, legale “Gip non ha convalidato fermo, esclusa aggravante mafiosa” ultima modifica: 2017-11-07T13:04:58+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi