ManfredoniaMonte S. Angelo
Gestione servizio parcheggio autoveicoli e autobus e bagni pubblici in zona Castello

Monte. “Interdittiva antimafia”, risolto contratto con Coop “Gli Angeli” arl

E' quanto stabilito con determina del Comune di Monte Sant'Angelo, del 03.11.2017, a firma del responsabile del Settore Gestione del Territorio, Arch. Giampiero Bisceglia


Di:

Monte Sant’Angelo, 7 novembre 2017. “(..) dichiarare la risoluzione del contratto (..) per il ”Servizio di ‘gestione servizio di parcheggio autoveicoli e autobus in zona Castello ex campo sportivo di Monte Sant’Angelo”, sottoscritto con la società cooperativa Gli Angeli arl con sede a Monte Sant’Angelo (..) in quanto nei suoi confronti è stata emessa dalla Prefettura di Foggia interdittiva antimafia (..)”.

E’ quanto stabilito con determina del Comune di Monte Sant’Angelo, del 03.11.2017 (l’atto integrale: det_00754_03-11-2017), a firma del responsabile del Settore Gestione del Territorio, Arch. Giampiero Bisceglia.

Dall’atto

Il Comune di Monte Sant’Angelo è proprietario di un’area adibita a parcheggio di autoveicoli e autobus in zona Castello – ex Campo Sportivo, con capacità di parcamento di circa n 200 autovetture e di 30 pullman, su una superficie di circa 6.800,00 mq;

Con determinazione gestionale n. 232 del 18.03.2016, esecutiva ai sensi di legge, il Responsabile del Settore Gestione del Territorio, indiceva nuova gara di appalto per l’aggiudicazione del Servizio di gestione del parcheggio pubblico a pagamento per autovetture e autobus in zona Castello ex Campo Sportivo mediante procedura aperta ai sensi del D.Lgs. 163/2006, e ss.mm.ii.

Con la deliberazione della Commissione Straordinaria n. 46 del 03.11.2015, il Comune di Monte Sant’Angelo ha aderito alla stazione unica appaltante (SUA) istituita presso l’Ente Provincia di Foggia.

In esecuzione dei citati atti la Stazione Unica Appaltante (S.U.A.) ha espletato la procedura aperta per l’affidamento del citato servizio pubblicando il relativo bando di gara. Con determinazione del Responsabile del Settore Appalti e Contratti della Provincia di Foggia n.1163 del 28.06.2016, relativo al citato servizio, sono stati approvati i verbali di gara aggiudicato definitivamente alla ditta società cooperaiva Gli Angeli arl di Monte Sant’Angelo.

Il bando

L’aggiudicazione definitiva diverrà efficace dopo l’intervenuta verifica del possesso dei requisiti, ai sensi dell’art. 11, comma 8, del D.Lgs. 163/2006, e ss. mm.ii., avviate dalla stessa Stazione Unica Appaltante, come da atti, oltre al rispetto dei vari requisiti previsti ai sensi di legge (vedi atto in allegato).

Con det. 802 del 22/11/2016, il responsabile del Settore Gestione del Territorio aveva confermato l’aggiudicazione definitiva del citato servizio alla citata Soc.Coop.Gli Angeli arl in virtù del rialzo dell’87% sull’importo a base d’asta.

“Presenza di possibili situazioni di infiltrazioni mafiose, tendenti a condizionare le scelte e gli indirizzi di codesta impresa”

Con una nota acquisita dal Comune di Monte Sant’Angelo il 24 ottobre 2017, la Prefettura di Foggia, ha trasmesso l’informazione antimafia interdittiva adottata con provvedimento n.37980 del
17/10/2017 nei confronti della citata Soc.Coop.Gli Angeli arl “in quanto gli elementi oggettivi raccolti nel corso dell’istruttoria, avviata, ai sensi dell’art. 91 Codice Antimafia, suffragano il quadro indiziario della presenza di possibili situazioni di infiltrazioni mafiose, tendenti a condizionare le scelte e gli indirizzi di codesta impresa”.

Ai sensi di legge, “l’informazione antimafia consiste (…) nell’attestazione della sussistenza o meno di una della cause di decadenza, di sospensione o di divieto“.

Da qui, in seguito alle comunicazioni al legale rappresentante della citata cooperativa, la determinazione di risoluzione del contratto relativo al citato servizio, dato il “citato provvedimento, insindacabile, emesso dalla Prefettura di Foggia”.

atti in allegato
det_00754_03-11-2017 – Servizio gestione “Parcheggio” zona Castello
det_00755_03-11-2017 – Servizio gestione “Bagni pubblici” zona castello

Redazione StatoQuotidiano.it-Riproduzione riservata

Monte. “Interdittiva antimafia”, risolto contratto con Coop “Gli Angeli” arl ultima modifica: 2017-11-07T20:06:36+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
5

Commenti


  • solo la verità

    Non so chi abbia scritto questo pezzo. Redazione; che significa? Un nome e un cognome ce lo vogliamo mettere? O dobbiamo continuare ad immaginare? Questo non è un articolo ma un copia e incolla di una decisione Un’opinione con un pensiero di Stato Quotidiano su questa faccenda la volete scrivere?
    Un approfondimento lo volete fare?
    L’indagine giornalistica dov’è? Si ha paura di farla? Non si è capaci?
    Ma che razza di giornalismo fate? Solo copia e incolla di cose che possiamo leggere sui siti comunali. Il direttore se è De Filippo perché non si firma mai? Un editoriale a suo nome lo vuole scrivere? Ci vuole far capire come la pensa? O dobbiamo continuare a pensare che non si esprime per non essere abbandonato da chi politicamente vuole un giornale amico? Faccia il direttore come tutti gli altri scrivendo editoriali e dicendo come la pensa, altrimenti cambi mestiere.

    ***
    (Per questa frase con riferimenti allusivi e tendenziosi – “non si esprime per non essere abbandonato da chi politicamente vuole un giornale amico?” -, inviamo il suo commento al nostro ufficio legale. Non avendo mai richiesto nulla, non temo in alcun modo “abbandoni” o tutele di sorta. La sua allusione è gravissima. Come per tutte le vicende seguite, il giornale si esprime tanto attraverso testi correlati al diritto di critica quanto con articoli con dati e atti, per fornire ai lettori un’opinione, scevra da qualsiasi giudizio e dunque condizionamento indiretto; questa scelta, in base al mio diritto di critica, preserva l’integrale libertà editoriale del nostro giornale. Per il resto, tentiamo di svolgere quotidianamente il nostro lavoro nei limiti delle risorse umane e materiali a disposizione. Su Monte Sant’Angelo sono stati pubblicati numerosissi focus negli anni, dai Consigli comunali alla relazione della Commissione d’accesso agli atti, dalla nuova Amministrazione ai ricorsi dei passati amministratori. Numerosi focus e approfondimenti. Con firme e voci discordanti: pro e contro. Nel caso in questione si fa riferimento a una “interdittiva antimafia” stabilita con nota della Prefettura di Foggia. La correlazione tra mancato esercizio del diritto di critica e le allusioni da lei indicate, essendo rapportate ad un atto ufficiale della Prefettura, delineano una grave accusa diretta inequivocabilmente alla testata giornalistica in questione, diretta dal sottoscritto. In considerazione delle sue allusioni denigranti la nostra linea editoriale e dunque l’immagine del giornale, verifichiamo legalmente quanto ha riportato, a presto; ; Giuseppe de Filippo – g.defilippo@statoquotidiano.it)


  • solo la verità

    Non volevo offendere. Non mi piace le cose che scrive un articolista vostro che credo si faccia pubblicita parlando contro chi vuole cambiare Se ho offeso il direttore chiedo perdono (Buongiorno, nel suo commento ha detto altro; ma, da persone di buon senso, accogliamo la sua precisazione, a presto, buon pomeriggio; G.de Filippo)


  • solo la verità

    (Non si preoccupi, grazie; buon pomeriggio; se le andrà, continui a seguire il nostro giornale, anche con critiche negative o proposte; a presto. Buon tutto; G.de Filippo)


  • Grazia

    Sinceramente non credo che Stato sia un giornale “asservito” a questo o quell’altro partito. Io leggo molti giornali al giorno, e posso dire in modo disinteressato che Stato, oltre a poter contare di firme ormai note e di vaglia, è un giornale imparziale, e per questo con enorme credito. Quando si tratta di criticare quel partito o quell’amministrazione ecc. lo fa senza alcun timore e con professionalità! Come professionali, e ci tengo a ripeterlo, sono le sue firme (naturalmente compreso il direttore).
    Riguardo all’articolo in oggetto, credo che Stato abbia raccontato quello che c’era da raccontare nell’immediato della notizia; poi se ci saranno “indagini” giornalistiche sul campo, non credo che le stesse per ovvi motivi vengano preannunciate sul giornale! Quindi, chiudo dicendo al direttore di continuare col suo sommo lavoro e di “coccolarsi” le sue firme (i giornalisti) poiché, dall’alto della mia ignoranza, sono le migliori in circolazione.


  • Giuseppe de Filippo

    La ringraziamo per il suo intervento, buona giornata. Giuseppe de Filippo – g.defilippo@statoquotidiano.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi