Cronaca

Arif, Cassano: indagini a parte, resta lo spreco di risorse

Di:

Massimo Cassano (archivio: nsterra)

Massimo Cassano (archivio: nsterra)

Il capogruppo Pdl Massimo Cassano alla Regione Puglia: “a prescindere da quanto potrà essere accertato dalle indagini in corso da parte della magistratura contabile della Corte dei Conti – come oggi apprendiamo dagli organi di informazione – da tempo ripetiamo sempre più convinti che l’Agenzia regionale per le attività irrigue e forestali (Arif), è un carrozzone di sprechi per le casse pubbliche”.

“1.300 dipendenti, quasi come una piccola Regione nella Regione, e spese per 50 milioni di euro l’anno, competenze confuse che inducono lo stesso direttore – ed ex consigliere regionale Pd – Taurino a non sapere con certezza come, se e in quali ambiti tocca all’agenzia intervenire facendosi poi carico anche dei costi degli interventi, un elevatissimo numero di contenziosi avviati dal personale. Crediamo sempre più indispensabile giungere in tempi brevi all’approvazione di una Legge regionale che stabilisca le modalità di controllo della Giunta sulla gestione delle Agenzie, ma anche un provvedimento che chiarisca meglio i compiti e le competenze di questi organismi. E, per quanto attiene strettamente le “svariate” attività dell’Arif stessa, è fondamentale procedere ad una valutazione complessiva dei risultati finora raggiunti. Per quanto riguarda l’Arif nello specifico, se non sarà fatta chiarezza l’unica strada potrà essere quella del commissariamento”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi