Foggia

Bombe, intimidazioni: il coraggio di ricominciare di Cristalli (VD)

Di:

Antonio Cristalli (st@)

San Severo – VOGLIA di ricominciare e ricostruire per Antonio Cristalli, titolare da 22 anni del negozio di abbigliamento, lungo Via Tiberio Solis, vittima dell’attentato dinamitardo avvenuto, il 3 dicembre scorso. Repentina è stata la riparazione della porzione di serranda deformata, e del basolato, prima sgretolato, dove si presume sia stato posizionato l’ordigno, dopo soli 8 ore dallo scoppio.

Dai segni lasciati dall’esplosione pare si sia trattato di una bomba di basso profilo. Nessuna preventiva minaccia, nessun messaggio di intimidazione prima di quella mattina, mentre i soliti ignoti si erano resi protagonisti di un attentato. Un chiaro segno dove certi tessuti criminali tentano in ogni modo di minare le fondamenta del vivere civile.

“Nonostante la crisi, e le minori entrate che ci aspettiamo per questo Natale, ci consideriamo soprattutto professionisti – ha sottolineato il titolare del negozio, Antonio Cristalli – il primo pensiero è stato quello di reagire. Sono rimasto basito e disorientato dopo aver appreso la notizia dalla Polizia Municipale – ha evidenziato – ma non è nel mio carattere abbattermi. Non ho paura.” Un evento che ha lasciato increduli dipendenti ed esercenti del posto, dai quali immediata è stata la solidarietà. Vicini ad Antonio Cristalli il Sindaco Savino, convocandolo il giorno stesso, oltre a tutte le istituzioni e le Forze dei Carabinieri e Polizia.Su questo caso pare non sia emerso nessun elemento per fare dell’astratta dietrologia, né della speculazione dialettica sulla coincidenza con lo scoppio qualche settimana della bomba alla Bipop Fashion a Foggia.

Le indagini sul caso sono coperte dall’assoluto riserbo. Si indaga su tutti i fronti, a 360°, in collaborazione con le Forze di Polizia, senza escludere alcuna pista oltre a quella del racket delle estorsioni e dell’usura.

(a cura di Ines Macchiarola – inesmacchiarola1977@gmail.com)


VIDEO





Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi