Cronaca

Crisi economica e sociale in Capitanata, riunione a Palazzo Dogana

Di:

Antonio Pepe (www.ginolisa.it)

Il presidente della Provincia di Foggia A.Pepe (ST)

Foggia – LA crisi economica che attanaglia l’Italia e che in Capitanata sta producendo conseguenze drammatiche sul fronte occupazionale, sociale e su quello dello sviluppo rende necessaria, oggi più che mai, una maggiore assunzione di responsabilità e una più forte coesione sociale. Occorre rafforzare le buone prassi messe in campo in questi anni e implementarle attraverso una sinergia operativa di carattere istituzionale che determini una più proficua interlocuzione con i livelli di governo regionale e nazionale, all’interno della quale individuare strategie utili a fornire una risposta ai bisogni, alle esigenze e alle istanze della comunità provinciale.

Con questi obiettivi si è riunito stamani a Palazzo Dogana, su convocazione dell’assessore provinciale alle Politiche del Lavoro Leonardo Lallo, il tavolo tecnico-istituzionale, al quale istituzioni, organizzazioni sindacali e associazioni datoriali hanno dato vita qualche settimana fa. Presenti al vertice, oltre all’assessore Lallo, l’assessore provinciale alle Politiche Sociali, Antonio Montanino; il sindaco di Foggia, Gianni Mongelli; Emilio Di Conza e Felice Cappa in rappresentanza della Cisl; Mara De Felici in rappresentanza della Cgil; Pasqualino Festa e Severino Minischetti in rappresentanza della Uil; Maria Rosaria Giusto e Anna Di Pietro in rappresentanza di “Italia Lavoro SpA”; Alfredo Giordana e Mauro Sinigaglia in rappresentanza di Confagricoltura; Luigi Inneo in rappresentanza della Copagri; Teresa Sassano in rappresentanza di Assindustria; il consigliere provinciale Michele Bonfitto.
L’incontro è servito a proseguire il lavoro cominciato nelle scorse settimane e, nel contempo, ad individuare alcune delle priorità attorno alle quali è necessario intensificare l’impegno già manifestato sino ad oggi: dal tema dell’utilizzo degli ammortizzatori sociali per il 2013 a quello del conseguente reperimento delle risorse economiche necessarie a far fronte alla grave crisi industriale che ha colpito anche la provincia di Foggia; dal coordinamento sovracomunale delle azioni contenute nei Piani Sociali di Zona sino ad un rafforzamento del ruolo delle istituzioni, dei sindacati e delle associazioni datoriali sul fronte della legalità.

Unanime la volontà di fare di questo tavolo un presidio permanente di confronto e di studio, affinché le “ricette” che saranno messe in campo nei prossimi mesi siano quanto più possibile partecipate e condivise. I presenti hanno rivendicato una funzione centrale per il partenariato istituzionale, economico e sociale della Capitanata nell’affrontare le difficoltà che si presentano all’orizzonte, confermando contestualmente la comune volontà di dar vita ad una sorta di “cabina di regia” che, sulla scorta anche delle indicazioni contenute nel “Patto per il lavoro” approvato all’unanimità dal Consiglio provinciale, consenta di rimettere virtuosamente in circolo idee e proposte per arginare e contenere la crisi economica e sociale del territorio.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi