Manfredonia

Integrazione e formazione studenti con disabilità, progetto a Monte

Di:

Alunni con disabilità (Ph: archivio)

Monte Sant’Angelo – PARTIRA’ lunedì 10 dicembre, a Monte Sant’Angelo, il servizio di assistenza ed integrazione scolastica. Destinatari gli alunni con disabilità delle scuole dell’Infanzia, della Primaria e della Secondaria di 1° grado. “Le scuole interessate sono il Circolo Didattico G. Tancredi e i due Istituti Comprensivi, Giovanni XXIII e V. Amicarelli. Il personale interessato sarà costituito da un Educatore e un OSS alla G. Tancredi e alla V. Amicarelli e da un OSS alla Giovanni XXIII, ci dice Felice Scirpoli, Vice Sindaco con delega alle Politiche Sociali e alla Solidarietà del Comune di Monte Sant’Angelo Il servizio di integrazione scolastica è rivolto agli alunni con difficoltà – continua Scirpoli – e mira a creare le condizioni migliori per favorire il percorso formativo di tali alunni.


Come è chiaro, l’intervento è realizzato da personale specializzato, che affiancherà i docenti nei processi di apprendimento e formazione”.


Si tratta di un piano di integrazione scolastica per i disabili promosso e attuato dai quattro Comuni del Piano Sociale di Zona (Monte Sant’Angelo, Manfredonia, Mattinata e Zapponeta) d’intesa con i Dirigenti scolastici e l’Equipe di integrazione scolastica dell’Asl. Il protocollo, già sottoscritto dai Dirigenti con i rappresentanti delle Amministrazioni Comunali, stabilisce i compiti dei soggetti coinvolti e i principi per un appropriato inserimento delle persone con disabilità all’interno delle scuole.

“L’integrazione scolastica degli alunni con difficoltà, come ogni altro intervento volto a favorire l’integrazione sociale, rappresenta una priorità per l’Amministrazione Comunale” – afferma il Sindaco di Monte Sant’Angelo, Antonio di Iasio, che aggiunge – “Il progetto di integrazione scolastica è frutto dell’azione coordinata dei Comuni del Piano Sociale di Zona e sono la dimostrazione dell’attenzione che l’Ente pubblico ha nei confronti delle fasce sociali più deboli”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi