ManfredoniaSport

Webbin Manfredonia: a Cerignola una gara da brividi

Di:

Giocatori della Webbin (Ph: Lucia Melcarne)

Manfredonia – UN confronto da alte vette di classifica, da brivido puro, quello che si appresta a vivere sabato la Webbin Manfredonia sul campo del Cerignola. I ragazzi guidati dal tecnico Ciociola hanno tutta l’intenzione di dimostrare a loro stessi e agli avversari di essere pronti per gli obiettivi degni di un organico da prima della classe. Gli ofantini, dal canto loro vorranno mantenere l’imbattibilità in campionato, tenendo un vantaggio di sicurezza sulle dirette inseguitrici.

E’ chiaro che sarà una gara fondamentale per capire i reali obiettivi dei biancoazzurri. Si dovrà valutare effettivamente come la squadra ha metabolizzato l’assenza del forte play-guardia Stefano Russo e se le buone prestazioni fornite in tutte le gare previste sino ad oggi dal calendario (con esclusione della sconfitta a San Severo) si tradurranno in una continuità di risultati vincenti sino al termine del campionato.

Se da un lato l’esito degli esami strumentali effettuati al ginocchio del giocatore foggiano hanno escluso gravi complicazioni, anche se i tempi di recupero saranno non meno di quaranta giorni, dall’altro il tecnico Ciociola dovrà trovare soluzioni diverse ai propri giochi offensivi, aumentando anche il minutaggio in campo ai restanti componenti del roster a disposizione.

Sul versante dei risultati, invece, l’impresa messa a segno sul campo della Diamond Foggia e la vittoria prepotente ottenuta contro l’ Altamura, ha innalzato l’indice di autostima nei ragazzi della Webbin, proiettandoli al secondo posto solitario in classifica. Il tutto, nel contesto di una stagione finora densa di soddisfazioni ed alla vigilia di uno scontro diretto davvero importante.

Il Cerignola, infatti, è squadra davvero solida e l’imbattibilità in campionato ne è una dimostrazione lampante. Il roster allenato da Felice Carano annovera in più rispetto allo scorso anno il forte play Triglione, cresciuto nelle giovanili dell’Angel, e il fortissimo ed estroso Jolicoeur autentico mattatore delle gare sin qui disputate dalla squadra ofantina. Sarà, come detto, una gara da brivido. Ma i ragazzi bianco-azzurri sapranno come affrontarla.

Ne è consapevole il d.s. Antonio Rivetto, che non nasconde la sua soddisfazione anche per i risultati sin qui ottenuti. “Il tentativo- dice- sarà come sempre, quello di fare la nostra pallacanestro anche sul campo della capolista. Abbiamo un tecnico a cui piace fare un gioco importante nonostante la grave defezione a causa dell’infortunio occorso a Russo. Bravi tutti i ragazzi, anche i più giovani che hanno dimostrato di essere validi e all’altezza. A prescindere dal risultato di sabato, proseguiamo nella direzione di rafforzamento mentale di un gruppo che è forte. Anche perché il campionato è ancora lungo”. Intanto tutti gli appassionati di pallacanestro attendono ansiosi lo scontro diretto al vertice della classifica di serie D. Arbitreranno la gara i signori Paradiso e Zuccarino.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi