Manfredonia
Recente sentenza della III sezione

Illegittima occupazione terreni bonifica, TAR: restituire suoli a Rotice Energia ma no risarcimento


Di:

Bari. ”(..) Ritiene la Sezione, al contrario, che non sussista alcun automatismo tra l’indisponibilità fisica di un bene (derivante dall’occupazione – benchè senza titolo – da parte della mano pubblica) ed un detrimento patrimoniale derivante da tale evento (..)”.

Con recente sentenza, il Tar Puglia di Bari, definitivamente pronunciandosi, ha parzialmente accolto il ricorso del 2016, proposto da Rotice Energia Srl, rappresentato e difeso dall’avvocato Gaetano Prencipe, contro il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Regione Puglia, Comune di Manfredonia non costituito in giudizio, per l’accertamento dell’illegittima occupazione da parte del Ministero dell’Ambiente, della Regione Puglia e del Comune di Manfredonia di terreni (…) nonché per “la condanna alla restituzione dei suoli e al risarcimento dovuto per la illegittima detenzione degli stessi e per il mancato utilizzo dei terreni interclusi e resi inaccessibili“.

Il Tar ha ordinato la restituzione alla ricorrente dei suoli siti nel Comune di Manfredonia, previa riduzione in pristino, ma rigettando le ulteriori domande di risarcimento del danno.

Udienza pubblica il 29 novembre 2017.

Fatto e diritto
Con ricorso notificato il 20.4.2016 e depositato il 9.5.2016, la Rotice Energia s.r.l. ha agito per l’accertamento dell’occupazione sine titulo da parte del Ministero dell’Ambiente, della Regione Puglia e del Comune di Manfredonia dei terreni (…), oltre che per la condanna delle amministrazioni alla restituzione dei suddetti immobili e al risarcimento del danno conseguente all’illegittima detenzione e/o mancato utilizzo. Con Decreto dirigenziale del Comune di Manfredonia n. 6 del 2.4.2010, era stata determinata la parte dei terreni da occupare ai fini della definitiva espropriazione e la parte oggetto di occupazione temporanea limitata alla durata dei lavori di bonifica. Questo provvedimento è stato adottato successivamente alla sentenza di questo T.A.R. n. 2908 dell’8.10.2008 che ha annullato gli atti della procedura espropriativa finalizzata ad interventi indifferibili e urgenti di messa in sicurezza e successiva bonifica delle discariche “Pariti 1” e “Conte di Troia”, rientranti tra i siti di interesse nazionale.

Il 12.4.2015 il suindicato Decreto n. 6/2010 è scaduto senza che sia stata definita la procedura di esproprio e che le aree occupate, anche quelle di proprietà della ricorrente non interessate da alcun provvedimento, sono state recintate, tanto che è rimasta inaccessibile anche la porzione di terreno non interessata dalla procedura espropriativa.

Da qui la richiesta di condanna in solido, nel ricorso, delle tre amministrazioni intimate alla restituzione dei suoli e al risarcimento del danno per la illegittima detenzione degli stessi.

Redazione StatoQuotidiano.it

Illegittima occupazione terreni bonifica, TAR: restituire suoli a Rotice Energia ma no risarcimento ultima modifica: 2017-12-07T08:00:21+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This