Manfredonia
Il pagamento delle tariffe “rimaste invariate”, evidenzia l’assessore, potrà essere effettuato su conto corrente bancario o postale

Manfredonia, La Torre “Martedì 12 dicembre inizia il servizio mensa”


Di:

Manfredonia. L’assessore alla Pubblica istruzione della Città di Manfredonia, Giuseppe La Torre, rende noto che il servizio di ristorazione scolastica, per l’anno 2017/2018, avrà inizio da martedì 12 dicembre 2017.

I genitori che non hanno ancora presentato la domanda di iscrizione al servizio mensa, sono invitati a ritirare l’apposito modulo presso l’Ufficio Scuola e diritto allo studio, sito in via Maddalena 29, oppure a scaricarlo dal sito internet istituzionale, nella sezione ‘Modulistica’.

La domanda deve essere corredata dall’attestazione ISEE, rilasciata ai sensi del D.P.C.M. n. 159/2013.

In alternativa, la domanda compilata e firmata digitalmente, insieme agli allegati richiesti, potrà essere inviata al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: protocollo@comunemanfredonia.legalmail.it .

Il pagamento delle tariffe “rimaste invariate”, evidenzia l’assessore La Torre, così come stabilito dalla delibera di Giunta comunale n. 75 del 27/4/2016, potrà essere effettuato sui seguenti conti correnti:
· c/c bancario – codice Iban: 38Y055847845000000001435, intestato a Comune di Manfredonia Servizio Tesoreria – Contributo mensa scolastica;
· c/c postale: 001039408230 .

Sono esenti dal pagamento del ticket coloro i quali hanno un’attestazione I.S.E.E. non superiore a € 1.000,00.

Lo rende noto l’Ufficio Stampa del Comune di Manfredonia.

Manfredonia, La Torre “Martedì 12 dicembre inizia il servizio mensa” ultima modifica: 2017-12-07T13:31:03+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
5

Commenti


  • Pasquino

    Egregio Assessore mi spieghi come mai non ha fatto riferimento alla Gestione Tributi per il pagamento della refezione scolastica considerato che tra i suoi compiti, a contratto, vi è anche quella riscossione. In attesa di delucidazioni e chiarimenti in merito la saluto.


  • genitore arrabbiato

    Mi dispiace ma, anche quest’anno, molti genitori come me, monoreddito, con moglie e figli a carico, saranno costretti a pagare quasi il massimo (4,10) per un servizio mensa scandaloso. Non solo: non dando l’adesione al servizio mensa, sono costretti a riprendere i propri bambini della scuola dell’infanzia, già da prima di mezzogiorno, con tutti i problemi annessi e connessi.
    Naturalmente molti genitori, come me, sono praticamente costretti a far rimanere il bimbo all’asilo anche a pranzo, pagando più di 20 euro a settimana, per più di 80 euro al mese, con il risultato che il bimbo di 3-4 anni, per quella cifra, mangi mezzo panino piccolo e un cucchiaino di pastina (perchè questo è quanto mangia un bimbo a pranzo, a scuola).
    Naturalmente dire che è una vergogna non basta, ma denunciare i fatti all’Autorità Giudiziaria, magari, potrebbe servire quanto meno a far luce su chi ci guadagna, e con quali modalità, e soprattutto se sussistano violazioni di legge.


  • X

    Non solo le tariffe sono alte, ma dovete aggiungere anche €1,50 di spese di ccpostale. Oltre al danno c’è la beffa. Complimenti al comune x la trovata


  • Massimo

    Volevo segnalare che in nr IBAN non è corretto, infatti non si riesce a completare l’operazione x tale anomalia


  • Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This