Manfredonia
Comizio pubblico in programma sabato 9 dicembre 2017 alle ore 19.30 in Piazza del Popolo

Salvini a Manfredonia, presidio e proteste del “Collettivo InApnea”


Di:

Manfredonia. DURO comunicato del “Collettivo InApnea” di Manfredonia contro l’arrivo nella città sipontina del leader della Lega Nord, Matteo Salvini.

Dal manifesto imbrattato agli interventi dei politici
Il comizio pubblico, – in programma sabato 9 dicembre in Piazza del Popolo-, non aveva avuto eccessivo risalto prima del gesto di alcuni ignoti che hanno imbrattato un manifesto 6×3 relativo all’evento. Numerosi gli interventi sui fatti, di politici e osservatori esterni.

Ho creduto davvero che la nuvoletta che esce dalla bocca di Salvini, nel grande manifesto a Manfredonia, fosse originale. E che i “provocatori” avessero solo cancellato orario e luogo del comizio. Una capacità autoironica apprezzabile, che mi sorprendeva e che trovavo benefica di questi tempi. La ritenevo strana certamente, ma il segretario della Lega non è nuovo a trovate ad effetto. In tarda serata di lunedì una telefonata mi disillude; sono stati i “provocatori” a imbrattare il manifesto e a scrivere la nuvoletta. Che imbecilli! Si potevano fermare solo all’invenzione della nuvoletta, a quei due versi. Sarebbe stata una cosa eccezionale, imprevedibile. Forse anche Salvini avrebbe riso. Chissà! Molti ci avrebbero creduto e sarebbe stato divertente. In una città senza ironia e senza riso dove tutto è fermo e l’unica cosa che si muove è il corteo storico di Re Manfredi”. Così tra l’altro sui fatti il già assessore comunale prof. Paolo Cascavilla .

Ora, a due giorni dall’evento, arriva il comunicato del Collettivo InApnea, che si riporta nelle parti ritenute pubblicabili “Soltanto pochi mesi fa passava quasi nel silenzio generale la notizia che la magistratura, nell’ambito dell’indagine “In Daunia venenum”, aveva arrestato il (coordinatore,ndr) provinciale foggiano del movimento “Noi con Salvini” (gli sversamenti sono avvenuti tra il 2010 e il 2014,ndr) per aver fatto da tramite (con,ndr) l’ufficio di controllo della Regione Puglia *coprendo così lo sversamento di oltre 100.000 tonnellate di rifiuti tossici nella falda acquifera e nei concimi tra le campagne di Foggia, San Severo e Manfredonia”.

“Questo sabato, ancora nel silenzio generale di stampa locale e forze politiche, Salvini viene in provincia di Foggia a propagandare impunemente il suo movimento come movimento dal volto pulito e democratico”,scrivono i referenti del Collettivo InApnea.

Era ovvio aspettarsi una risposta popolare di qualche tipo, salvo se non si vive sulla Luna. Infatti in questi giorni siamo stati sommersi da dichiarazioni di stampa e forze politiche lunari che, di fronte ad un gesto di protesta popolare, hanno ribadito con il solito chiacchiericcio politcally correct di come saremmo di fronte nientedimeno ad “un episodio grave ed ingiustificabile che mina la libertà di espressione e di democrazia” e di come sia urgente dichiarare “Matteo Salvini venga serenamente a Manfredonia” ovviamente in una piazza blindata dai reparti antisommossa e sterilizzata da ogni contestazione.

“Cari politicanti di destra e di “finta-sinistra” ancora una volta avete perso l’occasione di tacere”
”Cari politicanti di destra e di “finta-sinistra” ancora una volta avete perso l’occasione di tacere e di non spacciare per “libertà d’opinione” lo sdoganare, e anzi amplificare, fenomeni sempre più gravi d’intolleranza e di aggressione ai ceti popolari, alle libertà fondamentali dei cittadini, alla vita di uomini e donne in carne ed ossa. Vi affannate a difendere non
il diritto di parola di uno squallido personaggio, ma il diritto, concepito chissà su quale pianeta, a parlare senza contradditorio e senza diritto di protesta, un diritto inventato e regalato a chi incita all’odio e alla prevaricazione contro i più deboli, (Calvo era già coordinatore prima dell’ordinanza di custodia cautelare,ndr) a chi deve ancora spiegarci che fine hanno fatto milioni di euro di rimborsi elettorali spesi in lauree albanesi e diamanti africani.

”Soltanto pochi giorni fa Salvini ci spiegava come una squadraccia di neo-nazisti che ha, questa volta sì, con la violenza interrotto una iniziativa anti-razzista in provincia di Como non meriti di essere condannata perché composta da “ragazzi con un volantino”: questi sono i discorsi e le opinioni sinceramente democratici che difendete? Questo è il vostro amore per la democrazia e la non-violenza?* Vorreste imporci non solo di accettare che questa gente speculi sulle nostre vite alla disperata ricerca di potere e denaro, ci avveleni, discrimini ed insulti, distrugga la nostra terra ed il nostro futuro, ma vorreste addirittura costringerci ad accettare tutto questo in silenzio?”.

”Il silenzio è l’esatto opposto della democrazia e della libertà d’opinione*. E voi difendete il silenzio spacciandolo per dialogo.(….)”.

”Non è a Salvini che bisogna permettere di parlare, ma a tutti quelli a cui hanno tolto la parola!

Per questo saremo in piazza *sabato 9 dicembre alle 19.00* per dire, ancora una volta, #MaiConSalvini e per dirlo restituendo ai cittadini il diritto di protestare e contestare, di ribattere con le loro argomentazioni, di riprendersi le strade e le piazze di una città in cui per Salvini non c’è posto.

Ci troverete *all’incrocio tra Corso Manfredi e Viale dell’Arcangelo* (all’inizio di Corso Manfredi, di fronte la storica gelateria Tommasino) assieme a studenti e studentesse, giovani e disoccupati, lavoratori e pensionati per costruire un *presidio popolare di dissenso e contestazione* in mezzo alla nostra gente. *#MaiConSalvini!”, concludono nel comunicato.

Salvini a Manfredonia, presidio e proteste del “Collettivo InApnea” ultima modifica: 2017-12-07T17:25:12+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
16

Commenti


  • Franco

    Spero che le forze di Pubblica Sicurezza garantiscano a Salvini (come a chiunque altro) il diritto di poter parlare.
    Maestri di democrazia…


  • Francesco


  • Pasquino

    Come diceva qualcuno: “Di bene o di male l’importante è che parlate di me”. Tutto questo battere e ribattere la questione Salvini e’ propaganda gratuita per la medesima persona. In cuor suo starà ringraziando gli allocchi che gli danno tanta popolarità. La curiosità per il clamore suscitato da una puttanata, probabilmente, porterà un po’ di gente al suo comizio. Durante le elezioni succedono cose di tutti i tipi come il coprire i manifesti di altri candidati o attaccarli fuori dagli spazi preposti e non c’è tanto clamore. Allora io mi chiedo non è che il caso sia stato costruito ad arte? Saluti


  • GT

    Se io volessi ascoltare ciò che dice Salvini con questo clima di sinistra e democratica guerriglia, sarei seriamente preoccupato per la mia incolumità.


  • Gino

    Collettivo in apnea che gente ignorante
    Forza Salvini forza casapound questi sono gli unici partiti che possono aggiustare l.Italia


  • Roberto

    Chi parla in questa maniera è peggio dei fascisti, è un deliquente. I fascisti credono nella giustizia e nella legalità, voi siete attaccabrighe lo dimostrano i toni del vostro comunicato.
    Le ragioni si rappresentano civilmente e nelle urne.
    Le contestazioni si fanno in tribunale, nei tavoli istituzionali o in parlamento non in piazza con il passamontagna o lo scalda collo indossato ad agosto.
    Peggio è, trascinare in queste contestazioni studenti (minorenni) per pura opposizione politica.


  • Gianluca

    Solo la sinistra ha diritto di parlare, protestare ecc. loro sono più intelligenti di tutti, hanno sempre ragione, non ascoltano nessuno. Parlano tutti gente che è chiaro il loro interesse personale per la politica, non può parlare salvini che piace o no ci mette veramente tanta passione.


  • Stranezze

    Perchè non organizzate veementi proteste sotto il palazzo del potere locale..con la stessa passione? Perchè sono di sinistra come voi e li considerati maestri o superiori diretti ai quali bisogna portare rispetto comunque vada? Stanno combinando e hanno combinato disatri….mah che strano…


  • 5 stelle

    credo che questo comunicato chiarisca una volta per tutte che è arrivato il momento che questa gentaglia che si dice democratica,vada a casa una volte per tutti!v
    vergognatevi


  • Lega

    Vai Matteo facciamoli vedere che non abbiamo paura di questi quattro ….


  • ezio

    DOVETE DENUNCIARE LA MAFIA COME FA SALVINI SE AVETE LO STESSO CORAGGIO.


  • raffaele

    Bisogna dare la libertà di parola a tutti, pOi se qualcosa non apprezza il libero comizio non vedo perché di debba presentare.


  • ANTONIO

    VORREI SOLO FAR NOTARE IN POCHE PAROLE CHE NON SO DA QUANTI ANNI MANFREDONIA (CHE è IL NOSTRO PAESE) SIA GOVERNATO SEMPRE DALLE STESSE PERSONE, CASUALMENTE MA SOLO CASUALMENTE DALLO STESSO PARTITO. PARTITO A CUI I MANFREDONIANI DEVONO TANTO PERCHè QUESTO è UN PAESE ORMAI DA ANNI IN UN EVOLUZIONE CRESCENTE.
    PERCUI MI CHIEDO COSA CI SARà DI MALE AD ACCOGLIERE IN UN CLIMA PACIFICO E REALMENTE POLITICO UN AVVERSARIO CON IDEE DIFFERENTI A DELLE ALTRE? PERCHè NON SI PROVA A CAMBIARE E MAGARI CAMBIA QUALCOSA VERAMENTE? COSA ABBIAMO DA PERDERE, CONSIDERANDO CHE ORMAI NON CI è RIMASTO PIU NULLA? FATEVI GOVERNARE DA UNA SANA DEMOCRAZIA.


  • Calcante

    Manfredonia, città invisibile.
    Questi ragazzi sono gli unici ad avere il coraggio di esprimere le proprie idee, ma ecco i soliti tromboni! Protestando danno dignità a questa città, a tutti, anche agli ignavi, a quelli che ora dicono: “dove eravate?”.
    Ma dove eravate voi! Informatevi! ignavi! Tromboni!
    Su questi poverini che aderiscono alle ideologie xenofobe, che dire?
    Lo studio della psiche spesso ci è venuto in aiuto nello svelare il sottile gioco di proiezioni che si cela dietro i fascismi. In periodi di crisi i poteri economici fanno leva su questi elementi deboli e scarsamente scolarizzati per spostare l’attenzione e le tensioni sociali.


  • Jörg Haider

    C’è del vero in ciò che dice Calcante. Capite cosa intendiamo quando diciamo che vogliamo i manganelli?


  • Antonello Scarlatella

    Strano modo di esercitare la democrazia da parte del Collettivo in Apnea.
    Mi sarebbe piaciuto leggere da parte di questi giovani una considerazione sulla possibilità di accedere a mutui agevolati per acquistare i 1600 ettari di terreno fertile di capitanata messo in vendita da Ismea. LI AIUTERESTE I DISOCCUPATI.
    Ma forse si sta talmente comodi a sfruttare i benefici della grey economy che oltre alle chiacchiere del resto non ve ne frega un c.
    In democrazia tutti hanno il diritto di esprimere le proprie opinioni.
    Ovvio nel rispetto delle ideologie.
    Personalmente Salvini non mi è “simpatico” da quando ha deciso di fare merenda alle prossime elezioni con il centro destra. Quello stesso centro destra che lui stesso ha accusato su giornali e trasmissioni per aver contribuito a togliere diritti acquisiti per il tramite della legge Fornero.
    Resta il fatto che a Manfredonia ed in Capitanata ha un seguito.
    Il suo seguito ha diritto di fare campagna elettorale.
    Il suo seguito ha diritto di far parlare il proprio leader in città.
    Ci sarà chi lo ascolterà chi no.
    Questa è la democrazia.
    La cosa più bella che ci sia come diceva Gaber.
    Ma, c’è un ma.
    Ma siamo proprio sicuri che questi ” comunisti” con il rolex, come dice un famoso rapper siano davvero tanto democratici?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This