Manfredonia

Appalti pulizia scuola, Cobas a Dussmann: rispettare diritti tutti ex Lsu Ata

Di:

Aprile Cobas (statoquotidiano)

DOPO il verbale di accordo sottoscritto il 02 gennaio 2013 dai Sindacati Confederali e previo accordo che nessun lavoratore ex socialmente utile a.t.a sarebbe fuoriuscito dalla platea dei lavoratori assegnati dal D.M..65/2001, ne dava ampie rassicurazioni persino l’Assessore Regionale al Lavoro Caroli ed ecco l’invero simile, nonostante l’articolo 1 comma 748 della legge di stabilità n.147/2013 che concedeva ulteriore proroga fino al 28 febbraio 2014 fino alla definitiva risoluzione della problematica di questi lavoratori ex socialmente utili assegnati alle scuole con il decreto succitato, la Ditta assegnataria della Gara Consip Dussmann non ottempera a quanto previsto da accordi e dalla Legge.

Avevamo segnalato all’Assessore Regionale tutte le problematica ed oggi ci ritroviamo nella provincia di Foggia con 12 lavoratori fra Sannicandro Garganico (7) e San Giovanni Rotondo (5) che nonostante il telegramma di convocazione si sono visti costretti a denunciare ai Carabinieri di Canosa di Puglia la (ipotetica,ndr) mancata trasparenza e motivazione della sottoscrizione del contratto anche nelle previsioni dell’art.4 del C.C.N.L.

Ora i Sindacati in epigrafe chiedono il ripristino immediato dei diritti dei lavoratori, chiedono alla Dirigenza della Dussmann che ottemperino a quanto previsto dalla Legge di stabilità e che si rendano garanti della prosecuzione lavorativa dei 12 lavoratori della provincia di Foggia che ad oggi si sono visti negare la sottoscrizione del contratto con la stessa Dussmann. I 12 lavoratori sono stati licenziati il 31 Dicembre ed hanno cercato attraverso i Sindacati autonomi le informazioni che i Confederali (avrebbero,ndr) omesso di comunicare ai diversi Istituti Scolastici dove venivano utilizzati questi lavoratori che hanno risanato le situazioni di dissesto economico in cui versano i Comuni quando le Istituzioni scolastiche erano ancora in carico agli Enti solo la legge 124/99 e di conseguenza il passaggio di competenze allo Stato ha permesso questo scempio immane di rivedere dei lavoratori che dovevano trovare stabilizzazione definitiva dall’art. 10 della Legge 468/97 art. 10 co.3 e che si sono visti negli anni regredire ad una posizione economica che li vedrà scendere economicamente al di sotto della soglia di povertà.

Infine questi lavoratori di Sannicandro e San Giovanni questa mattina non sapevano che pesci prendere ed armati di buona volontà hanno chiesto aiuto ai referenti provinciali del sindacato Cobas e Usb della provincia di Foggia per la questione ex Lsu Ata Antonio Rignanese e Carlo Di Gioia che richiedono con forza alla Dussmann di ottemperare a quanto stabilito riservandosi la facoltà di adire alle vie legali convinti causa ipotetiche violazioni al Decreto Legislativo 163/06 e s.m.i.

(Per il Coordinamento Provinciale USB PRIVATO Carlo Di Gioia; per il Coordinamento COBAS FG Antonio Rignanese)



Vota questo articolo:
1

Commenti

  • sono un ex operaio della ditta(Termoraggi SPA Roma) la nuova ditta appaltatrice (Dussmann) non mi vuole assumere perché dicono che non ho quattro mesi di lavoro consecutivi. in realta ne ho almeno sette, poiche ho lavorato tre mesi marzo aprile,e maggio 2013 e a tempo indeterminato settembre, ottobre,novembre, e dicembre 2013 mi rivolgo alla Dussmann ma si può fare una ………..savino rio.barletta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi